Windows 10, Microsoft forzerà a breve l’aggiornamento di maggio 2020

Negli ultimi mesi Microsoft è diventata certamente più tollerante, per quanto riguarda gli aggiornamenti di Windows 10: non “costringe” più i propri utenti a metterli in download immediatamente. Molti di questi ultimi, tuttavia e per motivi eccezionali, si vedranno presto forzati ad installare uno dei più temuti: l’aggiornamento di maggio 2020.

Ma perché? Cerchiamo di venirne a capo. L’aggiornamento di maggio 2020 di Windows 10 è diventato famoso a causa dei numerosi problemi ed errori che causa ai PC degli utenti, motivo per cui quasi nessuno vuole installarlo, se non è proprio costretto a farlo. A breve si porrà però un problema per chi è rimasto indietro con gli update, specialmente per chi installò tanto tempo fa Windows 10 1809, cioè il Redstone 5 Update dell’ottobre 2018. Questi utenti verranno costretti ad aggiornare il proprio sistema operativo alla versione più recente, quella di maggio 2020 appunto (build 2004).

Colpa del machine learning di Microsoft, che individuerà questi utenti rimasti al vecchio aggiornamento e metterà automaticamente in download per loro il nuovo update di Windows 10 (il 2004). Sembra non vi sia alcun modo di fermare il corso degli eventi, dunque cominciate a mettervi il cuore in pace. Tutto ciò naturalmente è per il loro bene, in modo che restino aggiornate anche privacy e sicurezza. Speriamo che per allora i problemi dell’aggiornamento vengano risolti, almeno.

Windows 10 Intel 1

Sorgente articolo:
Windows 10, Microsoft forzerà a breve l’aggiornamento di maggio 2020

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Conferenze per B2B
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Posiziona il tuo sito nelle prime pagine dei motori di ricerca
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Realtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro