Windows 10, che cosa cambia con il nuovo menù Start – Wired Italia

Si aggiorna nel design una delle parti più riconoscibili e iconiche del sistema operativo Microsoft

menu start windows 10
(Foto: Microsoft)

Il menù Start di Windows 10 si rifà il look, come previsto da alcuni recenti indiscrezioni. Una delle parti più famose e riconoscibili del sistema operativo di Microsoft cambia alcuni dettagli del design – lasciando inalterate ovviamente le funzioni – come si può apprezzare dalle immagini che arrivano dall’ultima versione Insider Preview Build 20161. Quali sono le novità e cosa cambia a livello pratico?

La parola d’ordine è “Fluent Design” ossia il nuovo stile che Microsoft ha deciso di adottare nelle icone all’interno delle applicazioni proprietarie e che punta sulla linearità a livello cromatico e a un certo minimalismo per una visione d’insieme più pulita e facilmente leggibile. Gli stessi concetti sono stati portati a bordo del nuovo menu Start.

Come si può apprezzare nella gif prima/dopo qui sotto prodotta dalla stessa Microsoft, sparisce lo sfondo delle icone nell’elenco dei software che sono stati installati dall’utente mentre l’area destinata alle tiles ora diventa traslucida e senza più collage di varie sfumature. Tutto è più omogeneo e meno dispersivo.

menu start prima dopo
(Foto: Microsoft)

Rimangono dunque le tiles, che in un primo momento si pensava potessero essere eliminate. Microsoft ha mostrato anche come appare il menù Start quando si imposta la modalità scura (dark mode) con gli sfondi che virano tutti sul grigio e con le varie icone che di contrasto risultano più evidenti.

menu start nero
(Foto: Microsoft)

Gli stessi principi di uniformità si possono apprezzare anche con altre sfumature oppure con altri temi, come per esempio quello che era stato diffuso gratuitamente da Microsoft in occasione del mese del Pride (anche Google aveva fatto lo stesso, con Android), con accenti viola.

(Foto: Microsoft)

Come provare subito il nuovo menù Start di Windows 10? Se non si è parte del programma Insider di utenti che partecipano ai programmi di test preliminari per il momento non è possibile. Si dovrà dunque attendere il prossimo autunno quando verosimilmente sarà inserito all’interno dell’update ufficiale.

Leggi anche

Potrebbe interessarti anche

Sorgente articolo:
Windows 10, che cosa cambia con il nuovo menù Start – Wired Italia

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloudrealtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Servizi B2B di Video Conferenza
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Gestione Lead