Storia delle prime foto di Instagram, dieci anni fa – la Repubblica

Mi rendo perfettamente conto che ai più giovani potrà sembrare incredibile, ma c’è stato un tempo in cui non ci facevamo i selfie. Un’epoca in cui le foto scattate con lo smartphone non erano quadrate. E Valencia era una bella città spagnola e non un filtro per rendere le immagini digitali più gialle, più calde, come se fossero illuminate da una luce di notte. C’è stato un tempo in cui Instagram non c’era ed era esattamente dieci anni fa. Il lancio ufficiale della app fu il 6 ottobre 2010 ma le prime foto furono caricate qualche settimana prima: il 16 luglio. Dieci anni fa, appunto. Era estate e i due fondatori erano a San Francisco: Kevin Systrom aveva 26 anni, era un programmatore con una laurea a Stanford; Mike Krieger aveva 24 anni, ed era un ingegnere informatico, anch’egli laureato a Stanford. Avevano provato a lanciare Burbn, come il whiskey del Kentucky che bevevano; era una app con la quale gli utenti segnalavano la loro presenza in un luogo, facendo check in, ma era arrivata tardi: c’era già Foursquare che faceva la stessa cosa e che  all’epoca sembrava destinato a un grande successo. Decisero allora di puntare su un social dove gli utenti potevano condividere le foto che si iniziavano a scattare con gli smartphone (l’iPhone aveva debuttato nel 2007).

C’era già Facebook, è vero, ma all’epoca condividere foto lì non era facilissimo; e c’era Hipstamatic, che avevi filtri notevoli, ma non era un social. Systrom e Krieger si infilarono nel mezzo. Il 16 luglio sappiamo con certezza che erano a San Francisco perché caricarono loro le prime foto di prova su una app che come nome in codice aveva “nome in codice”, Codename. Alle 13.26 Krieger postò la prima foto in assoluto, uno scorcio della marina di San Francisco vista attraverso la finestra di uno dei locali del porto. Alle 15 postò la foto del suo socio che lavorava al computer. Alle 15.58 è stato Systrom ad aprire il suo account con una foto di una serie “spille meravigliose”. Krieger poco dopo ha postato una tavola di un ristorante asiatico dopo un pasto, piatti sporchi e bottiglie di birra vuote, seguita dalla foto di un piatto con una zuppa al pomodoro fumante, prima di andarsene al cinema a vedere “Inception” che era appena uscito.

Ma la foto che entrerà nella storia la posterà Systrom poco dopo: si vede un cane, pelo chiaro, ripreso dall’alto mentre guarda in camera, e accanto il piede della sua ragazza, con l’infradito, immortalata poco dopo in un’altra foto davanti ad un taco messicano. Pare che l’idea di mettere i filtri sia stata di lei: si lamentava di non riuscire a fare foto belle e Kevin ha messo i filtri. Sono passati dieci anni e in quella prima giornata c’era già tutto quello che Instagram sarebbe diventato: i selfie, i panorami, il cibo, gli animali domestici, le storie. Oggi lo usano un miliardo di persone, la metà della quali ogni giorno. I due fondatori hanno venduto tutto a Zuckerberg tanti anni fa e si godono la vita. Prima Systrom ha fatto in tempo ad essere ricevuto da papa Francesco con cui avrebbe parlato dell’importanza delle immagini per unire le persone, le culture e le generazioni. Quel giorno in Vaticano pare che Kevin abbia personalmente aperto l’account del pontefice. 

Il 18 aprile scorso i due soci sono tornati a lavorare assieme: è stato il coronavirus a fargli lasciare i campi da golf. Hanno lanciato Rt-Live, uno strumento che misura in tempo reale la velocità con cui il covid-19 si diffonde negli stati americani. Quando qualcuno ha chiesto loro cosa ne sappiano del virus, Systrom non ha esibito la laurea di Stanford ma ha fatto notare che con il successo di Instagram ha dimostrato di sapere bene cosa vuol dire qualcosa di virale. 
 

Sorgente articolo:
Storia delle prime foto di Instagram, dieci anni fa – la Repubblica

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Free Web Hosting
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Parole chiavi nelle ricerche
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Corsi Online
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Real Time