Spies & Lies, la recensione: il nuovo gioco basato sulla storia di Stratego

All’inizio del ventesimo secolo, in Francia, venne inventato Stratego,  è un gioco da tavolo strategico per due giocatori in cui viene simulata una battaglia tra due fazioni opposte su un singolo tabellone di gioco posto al centro del tavolo. Le meccaniche di gioco prendono spunto dalla famiglia degli scacchi e il più vicino parente è il gioco cinese Don Shou Qi, ma il successo fu talmente grande da diventare un vero e proprio marchio con tante versioni differenti, realizzarne dei tornei internazionali e un gioco online. Una delle ultime versioni abbiamo avuto modo di provarla e prende il nome di Spies & Lies (A Stratego Story) edito da Jumbo e distribuito in Italia da GateOnGames. Questa è la nostra recensione.

Spies & Lies: unboxing

Prima di iniziare con la descrizione del gioco, è giusto addentrarci all’interno della curata e dettagliata dotazione. La scatola di Spies & Lies non è molto grande né pesante e per questo facilmente trasportabile (le misure sono di 20,3 x 20,3 cm e 4 centimetri di altezza). Questa è anche interamente realizzata in cartone spesso e la stampa è retinata così da renderla impermeabile e resistente a leggeri urti e graffi superficiali. Dopo aver constatato una grafica accattivante e ben curata – realizzata dall’illustratore Ronald Macdonald – con tanto di immagini illustrative sul contenuto interno, proviamo ad alzarla e ci rendiamo subito conto che sebbene gli elementi di gioco siano pochi, l’ordine e la cura sono i veri protagonisti. Internamente, infatti, troviamo una plancia in plastica che permette di conservare tutti gli oggetti di gioco nel proprio scompartimento così da agevolarne il trasporto. Quest’ultimo è garantito anche dalla chiusura semiermetica del coperchio che ne assicura la non apertura durante gli spostamenti.

Aperto il coperchio troviamo un manuale di gioco, un tabellone, 10 carte Soldato rosso e 10 carte Soldato blu, 2 set di 4 carte Missione, 6 carte Informazione, una carta Giocatore iniziale, 8 carte Riferimento, 2 set di 4 segnalini Informazione, 3 Torri Stratego (una pedina Infiltrazione rossa, una pedina Infiltrazione blu e 1 pedina Agente Segreto nera), un segnalino giorno e 4 segnalini Inganno. Mancano eventuali sacchettini dove conservare i segnalini e le carte una volta defustellati, ma in compenso la plancia di plastica interna alla scatola permette di conservali comodamente rispettando le opportune dimensioni di ogni elemento.

Componentistica

Gli elementi di gioco presenti in Spies & Lies non sono molti, ma ognuno di essi è realizzato con un uso sapiente di materiali di qualità. I segnalini Torri Stratego, ad esempio, sono tanto semplici quanto belli da vedere così come il tabellone di gioco che presenta una grafica colorata e curata. Quest’ultima è presente anche nelle carte, ma purtroppo a stonare un po’ è la scelta di utilizzare un cartoncino molto sottile senza alcuna telatura che rende obbligatorio l’utilizzo di foderine protettive per evitare che le stesse possano rovinarsi durante i mescolamenti. I segnalini di cartone, infine, sono robusti e spessi tanto basta per non permetterne il piegamento.

Preparazione

È finalmente giunto il momento della resa di conti, della battaglia e quindi della descrizione del gioco vero e proprio il quale presenta, oltre alla modalità base a due giocatori, una modalità speciale a squadre fino a quattro giocatori totali (due per ogni squadra). Il gioco, inoltre, è consigliato ad un pubblico di età superiore ai 12 anni e ogni partita ha una durata variabile che si attesta sui 30 minuti di media, ma che può aumentare o diminuire in base al tempo che ogni giocatore impiega per prendere le opportune decisioni. Detto ciò, possiamo iniziare con la spiegazione delle meccaniche di gioco di Spies & Lies.

Il gioco si basa su tre round e ognuno di essi consiste in tre fasi (Schieramento, Informazione e Missione) che determinano quale giocatore potrà far avanzare l’Agente Segreto verso il territorio nemico sul tabellone. I giocatori infatti saranno suddivisi in squadra Blu e squadra Rossa e avrà le corrispettive carte Soldato blu o rosso, 4 carte Missione, una carta Riferimento, 4 segnalini Informazione e un segnalino Inganno. Il gioco ha inizio non appena entrambi i giocatori posizionano la pedina Infiltrazione sulla casella di partenza e l’Agente Segreto al centro del tabellone. Il giocatore iniziale si sceglie casualmente girando la carta Giocatore iniziale.

Le fasi di gioco

Come già detto, il gioco si svolge in tre round e ognuno di essi ha tre fasi che sono le seguenti:

  1. Fase Schieramento: ogni giocatore sceglie e posiziona una carta Soldato a faccia in giù sotto ciascuna delle proprie 4 carte Missione. Durante questo posizionamento i gradi dei propri soldati, che vanno da 1 a 10, devono sempre aumentare da sinistra a destra in ordine crescente, ad eccezione della carta Sergente che può essere messo in qualsiasi posizione così da sorprendere il nemico e rendere più complessa la deduzione.
  2. Fase Informazione: i giocatori rivelano la carta Informazione in cima al mazzo e questa rappresenta l’Informazione attuale. Ogni giocatore, poi, deve posizionare un segnalino informazione su ciascuna delle proprie carte Missione in corrispondenza delle quali è presente una carta Soldato con un numero di grado identico ad uno indicato sulla carta Informazione.
  3. Fase Missione: il primo giocatore cerca di capire quale carta Soldato si trovi nella posizione Missione 1 dell’avversario. Attraverso l’utilizzo degli indizi mostrati dalla sequenza di numeri sulla carta Informazione, la quantità e la posizione dei segnalini Informazione posizionati. In questo modo, oltre all’identità del Soldato, si dovrà capire la strategia del nemico.

A questo punto ogni volta che una carta Soldato viene rivelata durante la Fase Missione, vanno spostate le pedine Infiltrazione e se la carta Soldato è stata indovinata, il giocatore sposta la pedina Infiltrazione in avanti di due caselle lungo il percorso tracciato sul tabellone di gioco e il Soldato scoperto verrà ritirato. In caso contrario, il giocatore che ha giocato la carta Soldato attiva immediatamente l’abilità speciale del Soldato e guadagna i relativi punti Infiltrazione se presenti. In questa fase è anche possibile giocare i Segnalini Inganno: il giocatore in attesa delle supposizioni dell’avversario può posizionare un segnalino inganno sulla carta Soldato che sta per essere dichiarata. Se l’ipotesi di chi indovina è corretta, allora il segnalino viene scartato senza effetto, se invece l’ipotesi è errata il giocatore non solo acquisisce i punti Infiltrazione concessi dall’abilità del Soldato, ma ne ottiene altri 4 aggiuntivi. A questo punto la pedina Infiltrazione verrà spostata di tante caselle quanti sono i punti.

Il compito dell’Agente Segreto

Ogni volta che un giocatore acquisisce 10 punti Infiltrazione, vuol dire che è riuscito ad infiltrarsi nel territorio nemico e ad acquisire l’influenza sull’Agente Segreto. La pedina Infiltrazione, quindi, ritorna al punto iniziale e qualsiasi punto in eccesso viene perso (tranne nel caso della carta Colonnello). Il giocatore, però, fa avanzare l’Agente Segreto verso la base nemica di un numero di caselle indicato dal segnalino Giorno (1 il primo giorno, 2 il secondo giorno e 3 il terzo giorno). Se l’Agente Segreto arriva alla casella della porta della fortezza, il movimento termina a prescindere dal numero di caselle ancora mancanti. Se nel turno successivo l’Agente Segreto è ancora fermo in quella posizione e il giocatore che l’ha mosso può ancora muoverlo, avrà vinto la partita.

Le regole speciali e il gioco a squadre

Vi sono poi delle regole speciali e il gioco a squadre. Le prime riguardano:

  1. Informazione errata: se un giocatore posiziona un segnalino Informazione in modo errato o non ne ha posizionato uno quando avrebbe dovuto farlo, la carta Soldato erroneamente segnalata o meno conta come indovinata. Il giocatore quindi ruota la carta e l’avversario guadagna 2 punti Infiltrazione.
  2. Ordine errato: se la carta Soldato appena rivelata si trova nell’odine errato rispetto a quelle già rivelate, si annulla qualsiasi movimento dell’Agente Segreto compiuto durante questo round dal giocatore in errore che riporta anche la propria pedina Infiltrazione sullo zero.

Il gioco a squadre invece si svolge con un massimo di 2 giocatori per squadra e ogni giocatore controllerà solo due carte Missione. Ogni giocatore è responsabile della scelta delle carte Soldato da associare alle proprie missioni e del modo in cui affronta i propri avversari. I compagni di squadra non possono guardare le relative carte se non per constatare l’ordine numerico, ma potrà farlo solo il secondo giocatore con le carte Missione 3 e 4. Ciò significa che il compagno di squadra con le missioni iniziali non saprà quali carte Soldato sono state messe per le Missioni successive.

Obiettivo: arrivare per primi alla bandiera nemica

Si compiono queste azioni fino alla fine dei tre round riprendendo le carte e i segnalini scartati nel round precedente. Spiel & Lies termina se un giocatore raggiunge, con l’Agente Segreto, la bandiera all’interno della fortezza avversaria. Se nessun giocatore raggiunge tale obiettivo, il vincitore sarà colui che è riuscito a far avanzare l’Agente Segreto fino al territorio nemico. Qualora l’Agente Segreto dovesse essere al centro del tabellone, il vincitore sarà colui che è riuscito ad accaparrarsi più punti Infiltrazione. Se anche in questo caso dovesse esserci un pareggio, allora la partita finirà con un pareggio a meno che non decidiate di giocarvela a Morra Cinese.

Gioco adatto a…

Spies & Lies è assolutamente consigliato a tutti gli amanti degli strategici da tavolo puri. La breve durata e la semplicità delle regole lo rende appetibile per tutti i casual gamer, ma allo stesso tempo le diverse modalità di gioco e la varietà delle azioni potrebbe interessare anche ai giocatori più abituali e navigati. Senz’altro farà felici coloro i quali ricordano con piacevole nostalgia il classico Stratego, sebbene debbano accettare alcuni compromessi e alcune evidenti differenze rispetto al grande classico.

Conclusioni

Spies & Lies è un gioco incredibilmente dinamico nonostante all’impatto possa sembrare alquanto statico. Il divertimento è garantito soprattutto perché le differenti strategie, che variano da giocatore a giocatore, portano a giocate sempre differenti. La rigiocabilità è la caratteristica principale del gioco, dopotutto ognuno di noi gioca con piacere a Dama, Scacchi o Battaglia Navale e Spies & Lies non fa alcuna differenza. La durata del gioco non elevata, infine, permette di giocare diverse partite in poco tempo e magari organizzare un mini-torneo con amici.

Sorgente articolo:
Spies & Lies, la recensione: il nuovo gioco basato sulla storia di Stratego

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999998 Hosting in Cloud
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Invia Email di Marketing
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Servizi B2B di Video Conferenza
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Pubblicizza sito