Recensione Xiaomi Mi 10 Lite: il 5G non è più elitario – TuttoAndroid.net

Xiaomi Mi 10 Lite 5G, insieme a Huawei P40 Lite 5G, sono due smartphone cui possiamo attribuire un primato: sono i primi a portare la connettività del futuro (di quinta generazione) su una fascia di prezzo più popolare. La tecnologia 5G infatti, grazie a questi due prodotti, sbarca ufficialmente sulla fascia media del mercato, grazie ad un prezzo di listino molto attraente per entrambi: 399 Euro.

Scopriamo in questa recensione di Xiaomi Mi 10 Lite 5G come funziona, cosa offre sul banco e se vale la pena puntare su di lui oppure no come prossimo smartphone.

Video recensione di Xiaomi Mi 10 Lite 5G

Design & Ergonomia

Xiaomi Mi 10 Lite 5G è uno smartphone elegante: curve dolci, design affusolato, realizzato in vetro e in metallo. Ricorda in tutto e per tutto il precedente Xiaomi Mi 9 Lite, anche per gli sgargianti effetti di luce della cover posteriore, oltre al notch a forma di goccia sul fronte. Notch che ovviamente contiene la fotocamera frontale da 16 megapixel e che interrompe superiormente l’ampio display Amoled di cui è dotato.

A livello dimensionale misura 163,7 x 74,8 x 7,9 mm mentre il peso si aggira intorno ai 192 grammi. Leggermente più grande dunque rispetto al suo predecessore che misurava 156.8 Х 74.5 Х 8.7 mm. Ulteriore differenza estetica fra i due è poi l’inserto delle fotocamere dove viene abbandonata la disposizione in verticale per un più classico e alla moda rettangolo con un maggior rialzo.

Il display è un pannello AMOLED che Xiaomi chiama TrueColor, dalle dimensioni abbastanza generose: 6,57 pollici di diagonale, e dalle caratteristiche giuste per la fascia di prezzo: risoluzione FullHD+ (2400 x 1080 pixel), rapporto di forma in 20:9, luminosità standard di 430 nit con picco a 600, supporto alla tecnologia HDR10+ e copertura NTSC 98%.

Il comparto multimediale non è però composto solo dal video ma anche dall’audio e qui c’è una prima rinuncia: lo speaker che riproduce il suono in altoparlante è solo uno, quello inferiore, di conseguenza non abbiamo alcun effetto stereo, con una qualità nella media.

In termini di ergonomia infine è uno smartphone che non si distingue dalla massa: non fatevi ingannare dalla nomenclatura Lite perché di lite questo smartphone ha ben poco, sia in termini dimensionali che a livello di specifiche tecniche, per fortuna. Considerando che ormai gli smartphone sono tutti di queste dimensioni possiamo definire anche l’ergonomia nella media, sia come presa sia come scivolosità.

Ultimo ma non per meno importanza il sensore di impronte digitali, posto sotto al display: reattivo e affidabile.

Xiaomi Mi 10 Lite 5G

Funzionalità

A bordo di Xiaomi Mi 10 Lite 5G c’è Android 10 con interfaccia grafica MIUI Global 11.04, in attesa che arrivi la release numero 12 prevista per le prossime settimane, di cui vi abbiamo portato un approfondimento alcuni giorni fa.

Un software che abbiamo visto e rivisto, a partire da Redmi Note 7 oltre 6 mesi fa con cui vi abbiamo di fatto raccontato tutte le novità più interessanti:

Al solito un sistema operativo perfettibile: anche su questo smartphone c’è qualche sbavatura qua e la che complicano la vita al cliente finale. Niente di traumatico, ma comunque da segnalare. Quasi assenti invece lag o problemi in termini di fluidità dove resta la solita MIUI scattante.

A differenza di Redmi Note 9 Pro (recensione) qui non vi è alcun problema coi DRM Widevine che sono L1 permettendo vedere in HD i contenuti multimediali delle piattaforme di streaming come Netflix, Disney+ e Amazon Prime Video.

Come funzionalità è davvero ricca: abbiamo la possibilità di gestire ampiamente l’always on display, attivare/disattivare la modalità notte che trasforma le tinte chiare in scure, mostrare o nascondere il notch oscurando la parte alta dello schermo e una completa gestione dei Temi.

Prestazioni

Là dove Xiaomi punta sempre molto è sulla scheda tecnica e questo Mi 10 Lite 5G non è da meno. Partiamo dal processore che permette allo smartphone di girare in maniera fluida e lineare: c’è infatti lo Snapdragon 765G, lo stesso di prodotti del calibro di Oppo Find X2 Neo che costa quasi il doppio. A supporto ci sono 6 GB di memoria RAM e 128 o 256 GB di memoria interna in base al modello che viene acquistato. Un punto su cui non ci ha fatto impazzire, al solito per la casa, è sulla gestione della memoria RAM, estremamente conservativo tende a chiudere molto spesso le applicazioni tenendo di fatto uno storico molto breve e obbligando spesso il ricaricamento delle app quando ci si torna sopra.

A corredo del processore c’è il modem Snapdragon X52 per le reti di quinta generazione con supporto SA/NSA, MultiLink e Wi-Fi 6, oltre alla connettività 4G/LTE, Bluetooth 5.0, GPS, sensore per le impronte digitali sotto lo schermo e porta USB di tipo C.

Fra le peculiarità di Xiaomi Mi 10 Lite 5G, più per nerd ovviamente, c’è la presenza della Radio FM, del sensore infrarossi, del foro per il jack delle cuffie, del NFC e del Led di notifica incastonato nella capsula auricolare (non RGB). Un pacchetto solido e completo che in linea generale soddisfa egregiamente nella maggior parte degli utilizzi.

Connettività 5G

Dare un giudizio sulla connettività 5G è ancora difficile, pur vivendo a Milano la copertura è ancora a macchia di Leopardo e la velocità di navigazione non offre ancora tutto il suo potenziale. Dal punto di vista tecnico però l’X52 ha tutto ciò che serve per tirare fuori il massimo da questa rete non appena il suo sviluppo verrà ampliato.

Fotocamera

Il comparto fotografico di Xiaomi Mi 10 Lite 5G è composto da quattro sensori sul retro:

  • 48 MP, f/1.8, 26mm (Grandangolare), 1/2.0″, 0.8µm, PDAF;
  • 8 MP, f/2.2, 15mm, 120˚ (Ultra grandangolare), 1/4.0″, 1.12µm;
  • 2 MP, f/2.4, (macro);
  • 2 MP, f/2.4, (sensore di profondità).

mentre la fotocamera frontale è un sensore da 16 megapixel, f/2.5, (Grandangolare), 1/3.0″, 1.0µm.

Se vi aspettavate un miglioramento rispetto allo Xiaomi Mi 9 Lite di fine 2019 rimarrete delusi. Gli scatti che riesce a realizzare sono buoni ma equivalenti allo smartphone appena citato per cui su questo fronte non c’è un miglioramento ma semplicemente una conferma. Di giorno gli scatti sono gradevoli con una buona attenzione ai colori, di notte invece il rumore la fa da padrone e si guadagna un po’ di dettaglio con la modalità notturna. Buoni i selfie ma soprattutto buono lo sfocato simulato con la modalità ritratto, dove lo scontornamento è davvero preciso.

In ambito video può registrare a 1080p in 60 fps, 4K a 30 fps ma purtroppo in nessuna modalità si può cambiare sensore durante la registrazione. Mancando poi di stabilizzazione, sia ottica che digitale, la qualità dei video è giusto poco più che sufficiente.

Interessante la modalità VLOG che per i più creativi permette di creare dei brevi filmati, corredati da musica, per registrare brevi clip.

Se il vostro focus comunque è la fotografia e volete restare in casa Xiaomi vi consiglio di puntare sulla gamma Mi Note 10 che è più orientata verso questo comparto.

Batteria & Autonomia

In ambito autonomia Xiaomi Mi 10 Lite 5G non sorprende particolarmente ma fa quello che deve. Al suo interno c’è un modulo da 4160 mAh che garantisce, anche sotto connettività 5G, una copertura giornaliera abbondante. In termini numerici riesce ad offrire con una carica circa 5 ore e mezza di display attivo.

Supporta la ricarica rapida a 20 W ma purtroppo non è dotato di ricarica wireless.

In conclusione

Xiaomi Mi 10 Lite 5G non differisce poi tanto dal precedente Mi 9 Lite che però, purtroppo, è sempre più introvabile sul mercato. La connettività 5G è il vero cavallo di battaglia di questo smartphone oltre ovviamente alle performance di livello offerte dal processore di fascia medio-alta. Sul comparto fotografico e batteria non eccelle ma fa ciò che deve mentre il display è di ottima qualità. A voler cercare il pelo nell’uovo si poteva pretendere un refresh rate a 90 Hz, un’espansione di memoria e un effetto stereo, tutte specifiche però non così fondamentali sotto i 400 Euro.

Il suo prezzo di listino è di 369 Euro per la variante da 128 GB e 399 Euro per la variante da 256 GB ma il suo prezzo è già calato di circa 30 Euro aumentando di fatto il suo rapporto qualità / prezzo. Difficile, se non impossibile, trovare di meglio a questo prezzo.

Altre offerte

7.4

Design

8.5

Funzionalità

9.0

Prestazioni

7.5

Fotocamera

8.5

Batteria

9.0

Sorgente articolo:
Recensione Xiaomi Mi 10 Lite: il 5G non è più elitario – TuttoAndroid.net

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Consulenza realizzazione Applicazioni Web
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Conferenze per B2B
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Cloud Realtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Gestione Lead