Recensione Motorola Edge+: il grande ritorno nel segmento premium (foto e video)

MotorolaMotorola Edge PlusRecensioni Smartphone Motorola Emanuele Cisotti

Recensione Motorola Edge Plus

Motorola Edge+ ha indubbiamente attirato molte attenzioni su di sé, sopratutto perché è il primo vero top di gamma Motorola dopo il Moto Z2 Force del 2018 e il Moto Z a brand Lenovo del 2016. Un ritorno atteso e che vuole essere “in grande” con un dispositivo che attiri tutti gli sguardi su di sé.

LEGGI ANCHE: Recensioni Motorola

Confezione

All’interno della confezione di questo Motorola Edge+ troviamo una cover protettiva, un alimentatore da 18W, un cavo USB/USB-C e un paio di cuffie stereo di discreta qualità.

Costruzione ed Ergonomia

Come il suo fratello minore anche Motorola Edge Plus ha un design che prima di tutto vuole stupire. La scocca in metallo è stretta e lunga e sui bordi lunghi è molto sottile per lasciare spazio allo schermo frontale che si piega quasi totalmente sul fianco dello smartphone creando un effetto scenico molto spettacolare. Sul retro abbiamo un vetro con finitura opaca ma liscia, gradevole alla vista e che trattiene qualche impronta digitale, comunque celata proprio dal tipo di colorazione non specchiata. Il modulo delle fotocamere è sporgente e pertanto quando lo smartphone è poggiato su di un piano può succedere che questo possa “ballare” interagendo con il suo display. In mano è molto comodo da usarsi grazie proprio alle sue proporzioni “strette” che facilitano la presa. Ci vorranno comunque due mani per usarlo nella sua completezza. Lo smartphone non è impermeabile ma resiste agli spruzzi.

Hardware

Non poteva mancare un vero hardware da top di gamma in questo Motorola Edge+. Partiamo dalla CPU Snapdragon 865 octa core da 2,84 GHz con processore grafico Adreno 650 e l’associata connettività 5G. Abbiamo poi ben 12 GB di RAM LPDDR5 e 256 GB di memoria interna molto veloce (UFS 3.0). Quello che manca è purtroppo la possibilità di espandere la memoria, visto che il carrello estraibile può ospitare solo una nanoSIM. Anche l’utilizzo di una seconda SIM è quindi esclusa (neanche in formato eSIM). Ottima la connettività: Wi-Fi 6 (ax), Bluetooth 5.1, NFC, USB-C 3.1 e anche il jack audio, una vera rarità su uno smartphone premium. Molto buono il sistema di vibrazione che garantisce un buon feedback quando il motorino aptico si attiva alla pressione di bottoni virtuali. Non il nostro preferito in questo 2020, ma comunque da top di gamma. All’interno dello schermo troviamo poi incluso un lettore di impronte digitali ottico che fa un discreto lavoro sbloccando lo smartphone con precisione, benché non sia il più veloce sul mercato. Da top di gamma anche l’audio stereo (speaker inferiore + capsula superiore): il volume è superiore a buona parte della concorrenza, anche se in termini di qualità Xiaomi Mi 10 fa ancora meglio.

SCHEDA: Motorola Edge Plus

Fotocamera

Motorola Edge Plus è dotato di un sistema di 3 fotocamere. La principale è una 108 megapixel ƒ/1.8 stabilizzata otticamente e che scatta in modalità automatica a 27 megapixel unendo 4 pixel in uno. Abbiamo poi un sensore grandangolare da 16 megapixel ƒ/2.2 e una 8 megapixel ƒ/2.4 equivalente zoom 3x. A supporto troviamo poi anche un sensore ToF per aiutare nel calcolo della profondità di campo e nello scontornamento.

La fotocamera principale è di buona qualità e realizza scatti quasi sempre ben bilanciati in termini di colori, profondità di campo e messa a fuoco. Fate solo attenzione all’anteprima di scatto spesso troppo nitida e che non permette di realizzare bene se un’area è davvero a fuoco. Con meno luce la fotocamera rimane interessante, mentre al buio si difende con meno convinzione rispetto ad altri top di gamma 2020. La modalità notturna migliora la situazione ma in vari casi le immagini rimangono sempre un po’ più scure del previsto. Buona la fotocamera grandangolare mentre invece è una sonora delusione la fotocamera zoom, che sembra applicare un ingrandimento decisamente più spinto del 3x con una definizione quasi sempre scadente e palesemente frutto di un ritaglio software. Questo è vero con buona luce quando si “attiva” la fotocamera zoom: esattamente il tipo di contesto in cui servirebbe. A peggiorare il tutto gli scatti grandangolari e zoom vengono realizzati entrambi a 27 megapixel, quindi andando a interpolare lo scatto in un’immagine più grande. Sicuramente un aggiornamento potrà dare nuova luce a questa fotocamera. Buoni gli scatti selfie dalla fotocamera frontale da 25 megapixel ƒ/2.0.

Discreti i video in 4K, stabilizzati anche elettronicamente. Non si possono registrare a 60fps e per quello bisognerà scendere di risoluzione. Ci vuole invece il Full HD a 30fps per registrare video con la grandangolare. La scelta del 4K sembra comunque la migliore in termini di bilanciamento di stabilizzazione e definizione. Si possono anche registrare video in 6K: possono tornare utili per i videomaker che vogliono estrapolare dei filmati ritagliati a risoluzione inferiore.

Display

Lo schermo di questo Motorola Edge+ è un 6,7″ in tecnologia OLED e risoluzione 1080 x 2340 pixel. Quello che forse non si coglie a prima vista è che lo schermo è in realtà in formato 19.5:9, quindi allungato ma non quanto dimostra l’apparenza. Questo perché parte dello schermo è ripiegato sui bordi per garantire un notevole effetto scenico con scomparsa “all’infinito” sui bordi. L’effetto è indubbiamente riuscito e bisogna essere chiari: è puramente una questione estetica. Quello che si guadagna in maneggevolezza lo si perde in superficie dello schermo davvero utilizzabile. Motorola ha comunque pensato ad un sistema software che ripristina con un doppio tocco sul bordo delle bande nere per contenere ciò che viene mostrato sul display all’interno della parte piatta, così che nulla venga “tagliato fuori”.

Lo schermo supporta poi la tecnologia HDR10+ e ha un refresh rate di 90Hz per garantire massima fluidità percepita durante l’utilizzo. Si tratta di qualcosa che abbiamo visto spesso sugli smartphone del 2020, ma che qui ha un valore aggiunto. Ne parleremo del capitolo sulla batteria. Presente l’ottimo Moto Display per interagire con le notifiche anche a display bloccato. Per quanto sia dovuto chiarire la questione della “visibilità” di uno schermo simile per noi non è stato questo un motivo di problematiche vere durante l’utilizzo. Più fastidiosi invece alcuni tocchi involontari in certi contesti.

Software

Anche in questo Motorola Edge Plus l’azienda ha deciso di puntare su di un software semi-stock che integrasse però le funzioni più importanti che Motorola si porta dietro da varie generazioni di smartphone. Più qualche novità. Abbiamo come sempre le gesture relative alle Moto Actions, oltre al già citato Moto Display. In più troviamo sempre Moto Gametime, questa volta arricchito dalla possibilità di impostare due trigger virtuali sul bordo lungo dello schermo e associarci delle azioni sullo schermo, permettendo per esempio di mirare e sparare negli FPS come fareste con un controller fisico. Tramite un nuovo menù di personalizzazione potrete poi lievemente modificare il tema dello smartphone. C’è infine una piccola barra laterale che se trascinata apre un menù rapido e se spostata verso l’alto o verso il basso può anche aprire le notifiche e le app recenti. Il software è ovviamente basato su Android 10, con le patch di aprile 2020 al momento della prova.

Autonomia

In questo smartphone troviamo una batteria da ben 5.000 mAh, ancora più corposa di quella che c’era quindi nella versione non-Plus. I risultati sono stati stupefacenti, sopratutto impostando lo schermo per funzionare sempre a 90Hz. Rispetto alla concorrenza abbiamo avuto dei risultati decisamente più promettenti, con risultati consistenti e che ci hanno permesso di superare la giornata piena lavorativa, sempre con un buon margine, cosa quasi impossibile per altri dispositivi con refresh rate aumentato. La ricarica è rapida ed è a 18W: veloce, ma non come altri flagship del 2020. Presente la ricarica wireless a 15W e quella wireless inversa a 5W.

Prezzo

Motorola Edge Plus viene venduto in Italia a 1199€, un prezzo molto importante. Se questo potrebbe essere in teoria giustificato dall’hardware di primo livello e dal display curvo è anche vero che i 500€ di differenza rispetto alla versione non-Plus paiono troppi. Per fortuna ci viene incontro Amazon che lo propone già a 999€, un prezzo decisamente più allineato, seppur comunque non certo contenuto.

Foto

Giudizio Finale

Motorola Edge Plus

Motorola Edge Plus

Motorola Edge Plus è un gran ritorno per l’azienda nel campo dei top di gamma. Ottimo e spettacolare display, software pulito ma completo, refresh rate a 90 Hz, jack audio e tutto con autonomia che batte quasi tutta la concorrenza. Da scegliere però solo se volete l’ultimo processore, altrimenti l’opzione Motorola Edge offre tutto quello che abbiamo detto sopra ad un prezzo inferiore.

di Emanuele Cisotti

Pro  

  • Schermo curvo a 90Hz
  • Ottima autonomia
  • Software ben fatto
  • Connettività 5G

 

Contro  

  • Fotocamere solo nella media
  • Fotocamera zoom da rivedere
  • Non è impermeabile
  • Non c’è il supporto dual SIM

 

Motorola Edge+

Motorola Edge+

  • CPU
    octa 2.84 GHz
  • Display
    6,7″ FHD+ / 1080 x 2340 px
  • RAM
    12 GB
  • Frontale
    25 Mpx ƒ/2.0
  • Fotocamera
    108 Mpx ƒ/1.8
  • Batteria
    5000 mAh

Sorgente articolo:
Recensione Motorola Edge+: il grande ritorno nel segmento premium (foto e video)

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Cloud Real Time
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Corsi Online
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Realizza un Applicazione Web
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Pubblicizza sito