Pixii: la fotocamera che ha come compagno uno smartphone – Fotografi Digitali

Non è la prima volta che scriviamo di Pixii, una particolare fotocamera realizzata da una società francese. L’idea alla base di questo prodotto è di dare un prodotto moderno ma che guarda comunque al passato eliminando alcune delle caratteristiche fondamentali di prodotti più comuni.

pixii camera

Dopo gli annunci degli scorsi mesi, Pixii è pronta ad arrivare ufficialmente sul mercato. Ricordiamo che, come dichiarato anche dal produttore questa dovrebbe essere “la prima fotocamera progettata per funzionare con il tuo smartphone”. Cosa significa?

Pixii: la fotocamera con uno smartphone per amico

Nella zona posteriore non c’è uno schermo dove vedere i propri scatti e non c’è il supporto per l’espansione di memoria. Infatti la fotocamera invia immediatamente i propri scatti allo smartphone collegato, anche se in realtà il funzionamento è un po’ più complesso.

Pixii infatti non ha uno slot di memoria ma ha comunque una memoria integrata (non espandibile da 8 GB o 32 GB) che serve a salvare le fotografie originali mentre le anteprime vengono inviate al dispositivo mobile. Questo permette di vedere com’è venuta la fotografia senza avere tempi di attesa lunghi, ma ovviamente potendo contare sul fatto che la versione originale è comunque disponibile nel caso dovesse soddisfare le attese.

Il collegamento tra fotocamera e smartphone avviene attraverso Bluetooth 5.0 LE ed è quindi largamente diffuso e compatibile con moltissimi modelli. L’applicazione funziona sia per la visione delle immagini (comprese le informazioni sullo scatto) ma anche per l’editing.

Le caratteristiche tecniche di Pixii

Il design di Pixii ricorda quello delle “vecchie” Leica con un telemetro che promette una precisione di 2,5 mm a circa 1 metro (e può mettere a fuoco a partire dai 70 cm). Non esiste messa a fuoco automatica ma solamente manuale. Il sistema prevede la compatibilità con ottiche fisse 28mm, 35mm, 40mm e 50mm con attacco Leica M (c’è anche la compatibilità con M39/LTM con adattatore).

Il corpo di Pixii è realizzato in alluminio in due sezioni con dimensioni di 138 x 79 x 33 mm e un peso di 460 grammi. Il sensore APS-C ha una risoluzione di 12 MPixel con pixel da 5,5 µm per catturare fotografie DNG a 12-bit. L’utente può cambiare ISO, bilanciamento del bianco e altre impostazioni che poi sono visualizzate sul display OLED superiore.

All’interno è presente un SoC ARM dual-core per la gestione delle informazioni, non manca la connettività Wi-Fi 802.11 b/g/n. La batteria agli ioni di Litio ha una capacità di 1000 mAh.

Il progetto ha però un costo! Infatti, sempre stando al sito ufficiale, questa fotocamera “essenziale” ha un prezzo base di 3490 euro per il mercato europeo (compresa l’Italia). Non si tratta quindi di un prodotto per tutti ma piuttosto per appassionati che vogliono sperimentare qualcosa di diverso senza guardare al mercato dell’usato.

Sorgente articolo:
Pixii: la fotocamera che ha come compagno uno smartphone – Fotografi Digitali

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Cloud Real Time
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Servizi B2B di Video Conferenza