Minecraft Ray Tracing: analisi dell’implementazione RTX

Quando si pensa al Ray Tracing si pensa al realismo, poiché è proprio questo lo scopo della tecnica di rendering. E realismo non è certo la parola che verrebbe da abbinare a un gioco come Minecraft, considerando la grafica a cubi. Ma è proprio in questo ambiente semplice e lineare che è possibile apprezzare tutte le potenzialità del Ray Tracing. Di seguito vedremo quindi come è stato implementato il Ray Tracing in Minecraft.

Fase Beta

Da oggi è attiva la beta del Ray Tracing in Minecraft, una fase iniziale che permetterà a tutti i creatori di mondi di sperimentare nuovi materiali ed effetti, nonché agli sviluppatori di texture di adattare e aggiornare i propri pacchetti così da renderli compatibili con la tecnica di rendering avanzata.

Prima di passare all’analisi vi diamo alcuni suggerimenti su come muovere i primi passi con l’RTX di Minecraft.

Per attivare il Ray Tracing troverete un interruttore nel menù “Impostazioni Avanzate Video”. Potete attivare e disattivare l’RTX con il tasto rapido che trovate alla destra della “P”, un’indicazione che andrà bene per qualsiasi layout di tastiera state utilizzando.

L’attivazione del Ray Tracing porta anche l’attivazione del DLSS, ricordatevi quindi di attivare la modalità a tutto schermo e impostare la risoluzione del desktop prima di avviare Minecraft, poiché questo gioco usa le stesse impostazioni di Windows e non permette di gestire la risoluzione separatamente. Questo suggerimento ha lo scopo di permettere al DLSS di funzionare a dovere e offrirvi il massimo delle prestazioni.

Nel Marketplace sono disponibili alcuni mondi già creati con tutti i materiali RTX che potrete esplorare e dentro cui potete costruire. Scaricateli gratuitamente.

Di notte è possibile vedere come l’illuminazione faccia cambiare radicalmente l’aspetto del gioco. Se non volete aspettare, abilitate i cheat (Impostazioni > Gioco > Attiva Cheat), poi aprite la chat (Enter o / ) e scrivete “/time set night”.

RTX ha una sua impostazione di distanza di rendering. Vi consigliamo di metterla al massimo, anche se l’impatto sulle prestazioni sarà importante. Inoltre non dimenticatevi di scaricare l’ultimo aggiornamento dei driver Nvidia.

Illuminazione Ray Tracing

L’illuminazione è tra le caratteristiche gestite dal Ray Tracing, e il mondo “Immagination Island” è il modo migliore per vedere i risultati che offre, soprattutto di notte.

Visto dalla giusta angolazione, potrete osservare due scenari differenti ai lati che illuminano un castello nella parte centrale. La grande porzione di mappa in cui è stata utilizzato molto l’elemento “Lava”, che emette luce, crea una forte illuminazione che si riflette su tutta la facciata del castello. Dalla parte opposta, un’illuminazione più classica e fredda crea un contrasto netto con l’illuminazione calda.

Sempre nella stessa mappa si può notare come l’illuminazione si comporta con i materiali trasparenti. Il castello ha vetrate con vetro multicolore. Se guardate una stanza del castello con la luce del giorno, i raggi di luce attraversano il materiale trasparente e si riflettono sul pavimento in diverse tonalità di colore.

Vi invitiamo a passeggiare per una foresta di notte, senza illuminazione e posizionare una torcia o un falò e notare come la scena cambia in maniera radicale.

In generale è interessante notare come la luce del giorno si insinui in maniera super-realistica in ogni fessura. Provate a realizzare una struttura chiusa e aprire un singolo blocco nel tetto o in una parete e vedrete come istantaneamente un raggio di sole entra e si diffonde nella stanza. Se inoltre avrete la pazienza di attendere il calare della notte, vedrete il cambio d’illuminazione seguire la direzione e l’intensità della fonte esterna.

Anche sott’acqua l’illuminazione cambia drasticamente il gioco. Potete immergervi e guardare la superficie per vedere i raggi di luce infrangersi sulla superficie dell’acqua e illuminare l’ambiente sottomarino.

Riflessi Ray Tracing

Quello che è totalmente assente in Minecraft ma che trasformano il mondo attivando l’RTX sono i riflessi. Il mondo acquisisce una profondità impressionante.

L’acqua è l’elemento che mostra per la maggiore l’effetto del rendering dei riflessi. Oltre ad acquisire una trasparenza molto realistica, guardando soprattutto grandi panorami, si potrà notare come tutte le strutture ed elementi si riflettano con immagini morbide.

A colpo d’occhio i riflessi sembrano aggiungere informazioni che rendono tutto molto più realistico, ma che rendono più difficile capire la posizione esatta degli elementi. Ma dopo un po’ accadrà proprio il contrario, poiché i riflessi saranno in grado di darci più informazioni su come il mondo è fatto e quali elementi ci aspettano in lontananza.

Il mondo “Aquatic Adventure” è realizzato appositamente per mettere in risalto i riflessi, considerando che si trova acqua ovunque e strutture dai colori accesi che si riflettono in maniera fin troppo aggressiva.

L’elemento della nostra quotidianità che è sinonimo di riflesso è lo specchio, reso in maniera sopraffina con questa implementazione. Oltre a riflettere perfettamente le immagini circostanti, aggiunge a tutti i giocatori di Minecraft un ulteriore livello di creatività.

Ombre Ray Tracing

Ogni raggio di luce illumina, ma crea anche ombre. Con il Ray Tracing attivo i mondi di Minecraft nascondono più insidie, perché tante zone che prima erano mostrate da un’illuminazione globale piatta, ora saranno in ombra e difficilmente vedrete quello che nascondo.

Sembra quasi un difetto, ma l’effetto che avrete davanti vi stupirà. Nelle foreste con alberi alti e fitti si noterà maggiormente, perché noterete il contrasto tra la luce che filtra e le zone d’ombra. Ma sarà anche sufficiente accendere un falò in una foresta di notte per vedere come il fuoco illuminerà tutti gli elementi attorno e creerà zone d’ombra più o meno impenetrabile.

Potete anche notare il modo in cui le ombre cambiano seguendo il movimento del sole, dall’alba al tramonto, se avete abbastanza pazienza.

Oltre a rendere Minecraft più realistico, in modalità sopravvivenza il livello di sfida si alzerà, perché potrà capitare che non riusciate a vedere tutte le insidie che si nascondo nell’ombra.

Nuove texture PBR

Per permettere al Ray Tracing di fare bene il suo lavoro, e rendere i mondi più reali, le texture base di Minecraft che comprendono unicamente i parametri “colore” e “opacità” non sono sufficienti. Il nuovo sistema PBR (Physically Based Rendering) utilizza queste due caratteristiche, assieme alle nuove “metallico”, “emissivo” e “rugosità”.

Queste caratteristiche potranno definire se e quanto un elemento emette, riflette o assorbe la luce. Una fonte di luce che illumina un blocco potrebbe quindi riflettersi e creare ombre differenti sui blocchi circostanti, piuttosto che colpire un blocco opaco che riflettendo molto meno creerà una zona d’ombra più accentuata.

Un elemento metallico risalterà maggiormente alla luce del sole, mentre un elemento “rugoso”, sarà molto più realistico perché la luce che lo colpirà metterà in luce queste imperfezioni. Una superficie metallica è anche molto riflettente e se usata nella giusta maniera si comporterà come uno specchio.

DLSS 2.0

Se non sapete cos’è il DLSS 2.0, vi consigliamo di leggere questo articolo. Il DLSS in Minecraft è disponibile tramite un’opzione “Upscaling”, e sarà abilitato di default. La risoluzione di rendering sarà automatizzata in base alla risoluzione di output. A 1080p il DLSS verrà impostato in modalità “Quality”, a 1440p su modalità “Balanced” e a 4K sarà impostato su “Performance”.

Conclusioni

Non c’è dubbio, su Minecraft il Ray Tracing è in grado di trasformare, letteralmente, il gioco. Sembra quasi di essere davanti a un altro titolo e, attivando e disattivando il Ray Tracing mentre si gioca, viene da chiedersi come 176 milioni di persone (sono le copie vendute), possano aver giocato a Minecraft, nella sua versione base, per tutti questi anni. Probabilmente la risposta è semplice, e ha più a che fare con il gameplay che con la grafica, ma vi assicuriamo che una volta provata la versione RTX, sarà impossibile tornare indietro.

Tutto ovviamente ha un costo, e per qualcuno potrebbe essere una pazzia desiderare una scheda grafica RTX (e quindi un PC Gaming di fascia medio o alta) per giocare a Minecraft. In ogni caso, non cambia quanto appena detto: il Ray Tracing trasforma Minecraft, più di quanto sia stato in grado di fare con qualsiasi altro gioco uscito fino ad ora.

Se volete saperne di più sulle prestazioni e configurazioni consigliate per giocare a Minecraft RTX, pubblicheremo un approfondimento nei prossimi giorni.

Sorgente articolo:
Minecraft Ray Tracing: analisi dell’implementazione RTX

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Webinar Prova Gratuita
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Small Business CRM
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Posiziona il tuo sito nelle prime pagine dei motori di ricerca
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999998 Hosting in Cloud