Malignant di James Wan, recensione home video

Se siete degli appassionati di cinema horror, di certo Malignant di James Wan non può non farvi pensare al nome di questo regista, sceneggiatore e produttore. James Wan è infatti la mente dietro diversi film e franchise horror, fra cui Saw – L’enigmista, InsidiousL’evocazione – The Conjuring e, a sorpresa, Aquaman.

Iniziamo subito son il dire che, se siete curiosi di scoprire come ha inizio la storia di Malignant di James Wan, potete gustarvi i primi 10 minuti del film in modo totalmente legale e gratuito; il video è disponibile su Youtube, e se volete scoprire dove trovarlo vi invitiamo a leggere questo nostro articolo.

Malignant di James Wan: le origini del male

Se conoscete già la filmografia di James Wan, allora saprete già del suo amore per il cinema horror classico. In particolare, l’ispirazione per Malignant viene da Gli Occhi di Laura Mars, film del 1978 scritto da John Carpenter. Wan cita anche Brian De Palma e due grandi registi horror italiani: Mario Bava, che diresse anche la versione cinematografica di Diabolik del 1968 (trovate invece qui la nostra recensione della versione diretta dai Manetti Bros), e Dario Argento. Soprattutto l’amore per Argento era palese nel finale di Saw – L’Enigmista, una chiara citazione di Profondo Rosso.

L’amore per certo cinema horror è evidente anche in Malignant di James Wan, sia nelle scelte registiche che nella scelta cromatica: il colore rosso è infatti preponderante, come si evince già dalla locandina del film.

Malignant

Anche dal punto di vista narrativo, oltre alle già citate influenze è possibile riscontrare anche quella di Takashii Miike, soprattutto per quanto riguarda un dettaglio in particolare, che sembra essere un richiamo a una delle sue opere. Naturalmente, non ne parleremo in modo esplicito per evitare spoiler sulla trama di Malignant di James Wan.

Madison…

Madison è una giovane donna dal temperamento piuttosto tranquillo, incline a sopportare con pazienza anche atti ostili nei suoi confronti. La sua vita sembra all’apparenza semplice e comune: sposata, incinta, vive in una bella casa insieme a suo marito e ha una famiglia amorevole che tiene moltissimo a lei.

Malignant

Madison però tende a non aprirsi completamente con loro, per non farle preoccupare, e sopporta in silenzio quegli aspetti della sua vita per cui, invece, parlare con qualcuno che le vuole bene potrebbe essere d’aiuto. Come se tutto questo non bastasse, la nostra MAdison, un bel giorno, inizia ad avere terrificanti visioni di morte. Guardate il trailer di Malignant di James Wan qui in basso:

Senza alcun tipo di preavviso, mentre svolge le normali azioni della sua vita quotidiana, Madison inizia a percepire la presenza di altre persone; immediatamente dopo, l’ambiente intorno a lei muta progressivamente, in sequenze che, visivamente, possono ricordare vagamente la transizione dal mondo “normale” a quello da incubo della serie videoludica (e anche cinematografica) di Silent Hill.

Quando ha le sue misteriose e agghiaccianti visioni, Madison non ha il benché minimo controllo su se stessa e su ciò che avviene intorno a lei: può solo stare a guardare, come pietrificata, i brutali omicidi che si compiono davanti ai suoi occhi. Pur non conoscendo l’origine di queste visioni, l’unica cosa giusta che può fare la giovane donna è cercare di impedire che altre persone vengano brutalmente massacrate, offrendo il propri oaiuto alle forze di polizia.

…e Gabriel

Non si sa molto su Gabriel, ma da ciò che si può vedere anche nel trailer di Malignant di James Wan che trovate poco più in basso, è evidente che abbia qualcosa a che fare con Madison. Quando era una ragazzina, Madison parlava con Gabriel, ma si trattava di una presenza che soltanto lei riusciva a percepire. Qualunque cosa le sia successa quando era piccola, deve averla segnata in modo così profondo da non poter restare sopito per sempre.

Gabriel sembra però essere dotato di poteri sia fisici che psichici incredibilmente potenti, al punto da non riuscire a capire se ciò che avviene in sua presenza sia reale, frutto dell’immaginazione delle sue vittime o della presenza di spiriti come i poltergeist: chi conosce la saga horror di Poltergeist di certo ci avrà pensato, vedendo nel trailer di Malignant di James Wan l’emblematico “rumore bianco” sulla TV.

Ma chi è in realtà Gabriel? È davvero solo frutto dell’immaginazione di Madison, o c’è dell’altro? Qual è il legame che li tiene uniti, anche se sembrano passati molti anni dal loro ultimo “incontro”? Come e perché Madison riesce a vedere ciò che fa Gabriel, ma non può intervenire in alcun modo? Chi sono le persone che Gabriel sta uccidendo una dopo l’altra, e perché le vuole morte? Cosa ha a che fare Madison con questi omicidi?

primi 10 minuti di Malignant

Queste e altre altre domande vi rimbomberanno nel cervello durante la visione di Malignant di James Wan, un film che, come ci dice anche il suo regista, unisce il suo amore per il cinema horror classico con la narrazione avvincente e al cardiopalma di un buon thriller.

Malignant di James Wan: i contenuti dell’edizione per home video

Warner Bros. ha realizzato un’edizione home video compatta ed essenziale per Malignant di James Wan: all’interno della sottile confezione in plastica troviamo solo il Bluray-Ray ptivo di libretto. Il menu è in inglese, ma di semplicissima comprensione, e potrete scegliere di vedere il film in diverse lingue e usufruendo di diversi sottotitoli. Naturalmente, il film è disponibile anche con audio completamente in italiano.

primi 10 minuti di Malignant

Per quanto riguarda i contenuti extra, ce n’è soltanto uno, Malignant: James Wan’s Visions, ma si tratta di un video davvero molto, molto interessante, la cui visione vi sconsigliamo assolutamente prima di quella del film perché analizza aspetti del film che sarebbero degli spoiler massicci sulla trama.

Guardando Malignant: James Wan’s Visions potrete conoscere l’intero processo creativo che ha portato poi alla realizzazione finale di Malignant, a partire dalle fonti di ispirazione e dal lavoro congiunto fra soggettisti, sceneggiatori e registi, dando an che un po’ un’idea di come nasca un film.

Sono presenti inoltre i dietro le quinte di alcune scene e viene anche dedicato spazio alla realizzazione degli effetti speciali del film, che non sono soltanto digitali, ma anche meccatronici, dimostrandoci così anche con questo aspetto quanto Wan ami fondere insieme stili e tecniche differenti.

Malignant

In conclusione, questa edizione in Blu-Ray di Malignant di James Wan ci fornisce una visione organica e completa non soltanto sul film in sé, ma anche sulla sua genesi, grazie alla presenza dei contenuti aggiuntivi. Se avete voglia di godervi un bel thriller/horror/slasher vecchia scuola, che però introduce elementi di novità e fonti di ispirazione più recenti, Malignant di James Wan è l’horror che fa al caso vostro, e non è facile di questi tempi trovare un buon horror che non sfoci nella mera violenza gratuita accompagnata da una trama scarna.

Malignant di James Wan unisce ottimamente violenza slasher, trama thriller avvincente e un senso dell’umorismo cinico e macabro che ben si intona con l’atmosfera della pellicola, portando agli spettatori un connubio assolutamente vincente. L’edizione per home video del film è disponibile per l’acquisto in home video qui su Amazon.

Sorgente articolo:
Malignant di James Wan, recensione home video

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Web Design
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Servizi B2B di Video Conferenza
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Campagne Email