Il trucco per attivare la “modalità nascosta” su WhatsApp – esquire.com

lighten portrait silhouette of a human head in the dark background

Михаил РуденкоGetty Images

Su WhatsApp è ideale rimanere “nascosti”, in modo che gli altri non sappiano sempre se siamo connessi o meno, se stiamo scrivendo in quel momento, se abbiamo visualizzato o no i loro messaggi e così via. Perché? Semplicemente perché è uno stress immenso dover mostrare così tanto di sé, anche quando si preferirebbe non farlo.

Ma per essere anonimi su WhatsApp, come si fa? Niente di più facile, ecco tutti i passaggi da fare per arrivare a un anonimato che ci faccia vivere i messaggi e il nostro rapporto con lo smartphone in modo più sereno. Perché, diciamo la verità, quanto ci mette ansia il fatto che le spunte blu, o l’orario di accesso, dicano che ritmi abbiamo, quando leggiamo i messaggi e addirittura a che ora è stato il nostro ultimo accesso sull’app?

Bene, cominciamo: non esiste una procedura ufficiale per ottenere questa “invisibilità” su WhatsApp, ma una serie di passi un po’ ingegnosi che possono essere seguiti da chiunque, senza nessuna capacità tecnica particolare. Per prima cosa dobbiamo scaricare delle app. Quali utilizzare dipende se usiamo Android o se invece usiamo iOS.

Un’avvertenza importante, prima di scaricarle. Le app funzionano perfettamente e sono usate da milioni di utenti, ma se starete anonimi per troppo tempo, “invisibili”, il vostro account potrebbe essere eliminato. Proprio perché ufficialmente, per chi gestisce l’app, voi non siete più tra gli utenti attivi. Quindi il consiglio è di usare l’anonimato solo quando serve, e non perennemente.

san anselmo, california may 14 the whatsapp messaging app is displayed on an apple iphone on may 14, 2019 in san anselmo, california facebook owned messaging app whatsapp announced a cybersecurity breach that makes users vulnerable to malicious spyware installation iphone and android smartphones whatsapp is encouraging its 15 billion users to update the app as soon as possible photo illustration by justin sullivangetty images

Justin SullivanGetty Images

Tra le app più utili a rimanere anonimi su WhatsApp, per gli utenti Android, c’è GBWhatsApp. Funziona per regolare diverse funzioni di WhatsApp, come la grafica, i temi personalizzati, l’anonimato, l’assenza di spunte blu, la possibilità di non mostrare il proprio ultimo accesso in chat e così via. Una volta scaricata non dobbiamo fare altro che andare sul menù “Privacy”. Per rimanere anonimi, semplicemente, selezioneremo “offline”.

Ma attenzione, come dicevamo poco fa, esiste il rischio che questa applicazione porti alla sospensione del nostro account WhatsApp. Un’eventualità abbastanza remota, certo, eppure possibile: si tratta pur sempre di app utili a bypassare le normali funzioni di WhatsApp.

E chi invece utilizza un iPhone? Semplicissimo: chi utilizza apparecchi Apple, e quindi sistemi operativi iOS può scaricare Watusi. Funziona esattamente come GB, l’app per Android, e permette di fare anche qualcosa in più: oltre a congelare l’ultimo accesso, evitare le spunte blu che segnalano la lettura dei messaggi e disattivare anche le ricevute di recapito (le doppie spunte) modifica anche la privacy a seconda dei contatti. Possiamo gestire al meglio il nostro account stando al sicuro e con la massima privacy per alcuni nostri contatti, mentre possiamo essere visibili agli altri.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io

Sorgente articolo:
Il trucco per attivare la “modalità nascosta” su WhatsApp – esquire.com

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Cloud Real Time
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Webinar Online
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro