Gli Usa pronti a mettere al bando Tik Tok – la Repubblica

PECHINO – La Casa Bianca affila le sue armi contro TikTok, il social media dei mini video frequentato dai giovani di tutto il mondo, e da Washington considerato un potenziale strumento dello spionaggio comunista. Nei giorni scorsi sia il presidente Donald Trump che Mike Pompeo, il segretario di Stato americano, hanno ipotizzato un “bando” della app, di proprietà del colosso cinese ByteDance. E ora cominciano a emergere i primi dettagli della strategia con cui metterlo in atto. Secondo quando riferito da fonti vicine all’amministrazione al Financial Times, una delle ipotesi in discussione sarebbe inserire la casa madre ByteDance sulla “lista nera” del dipartimento del Commercio, la stessa in cui è stata inclusa Huawei.

Una mossa del genere renderebbe difficile per aziende come Apple o Google fornire a TikTok gli aggiornamenti necessari a farla funzionare sui loro sistemi operativi, arrivando così a eliminarla dagli smartphone degli americani. Ma è anche possibile che questa ipotesi sia agitata come una minaccia per convincere ByteDance a cedere il controllo della sua controllata, liquidando di fatto le sue attività fuori dal confine cinese. Un alto funzionario americano ha detto che una decisione arriverà entro un mese e manderà “un segnale molto forte alla Cina”.


TikTok è un social network di mini video musicali, frivoli e divertenti, che negli ultimi mesi ha conquistato una audience globale. Nel complesso è stata scaricato 2 miliardi di volte, con 800 milioni di utenti mensili, di cui una trentina negli Stati Uniti. Le perplessità sulla privacy garantita agli utenti vengono da lontano, legate all’improvviso sviluppo dell’app, ma nel clima di scontro a tutto campo tra Cina e Stati Uniti sono state politicizzate dalla Casa Bianca, che ha accusato l’applicazione, senza fornire prove, di mettere i dati personali a disposizione del governo cinese. ByteDance ha cercato di rispondere all’accusa separando le proprie attività in Cina, dove la app si chiama Douyin, da quelle di TikTok fuori dalla Cina, sia da un punto di vista societario, nominando per quest’ultima un amministratore delegato americano, sia da un punto di vista operativo, assicurando che i dati degli utenti vengono gestiti in server situati negli Stati Uniti e a Singapore, non sul territorio della Repubblica Popolare. Ma questa strategia non è stata sufficiente a schivare l’affondo dell’Amministrazione americana, più che mai decisa a trasformare TikTok in una nuova Huawei, nonostante un social network dei balletti e le reti 5G abbiano un diverso profilo strategico.repApprofondimento
Sorgente articolo:
Gli Usa pronti a mettere al bando Tik Tok – la Repubblica

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Automazione di campagne Email
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Servizi B2B di Video Conferenza
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Free Web Host
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Real Time