El Salvador: guadagni del 35% per chi ha ricevuto bitcoin

Il presidente di El Salvador ieri ha fatto notare che i salvadoregni che hanno installato il wallet ufficiale Chivo a settembre, ricevendo 30$ in BTC, hanno già guadagnato il 35% nel caso in cui non li avessero già venduti. 

Il prezzo medio di BTC a settembre 2021 è stato di poco inferiore ai 46.000$, quindi i 55.000$ di ieri sono un prezzo superiore del 19% alla media del mese. 

Pompliano e la situazione in El Salvador

Rispetto invece a 15 giorni fa, quando il prezzo medio era di circa 42.000$, il prezzo è aumentato del 31%, mentre confrontando il prezzo minimo di settembre (inferiore ai 40.000$) e quello massimo di ottobre (superiore ai 55.000$), il guadagno risulterebbe superiore al 37%. 

Ma la cosa più interessante forse è il commento che Anthony Pompliano ha dato di questa notizia. 

El Salvador è di fatto un paese povero, visto che è solamente al 111° posto al mondo per PIL pro-capite, con poco più di 4.000$ l’anno. Pertanto pur essendo 30$ pochi, corrispondono a quasi il 10% del PIL pro-capite mensile. 

Sebbene sia alquanto improbabile che tutti i salvadoregni che hanno ricevuto i 30$ in BTC in regalo li abbiano conservati senza cambiarli in dollari, coloro che lo hanno fatto hanno visto aumentare in modo significativo il valore di questo piccolissimo capitale che ha però un incidenza non irrilevante sui loro guadagni medi mensili. 

Un aumento del 35%, come quello evidenziato da Bukele, significa che 30$ sono diventati più di 40%, passando quindi da quasi il 10% del PIL pro-capite mensile ad oltre il 12%. 

Secondo Pompliano questa potrebbe essere una vera e propria “lezione” data dal presidente di El Salvador ai suoi cittadini su come funzioni un “ambiente deflattivo”. 

Il noto influencer crypto fa notare che la maggior parte delle persone non riesce in realtà ancora a comprendere quanto ciò sia incredibile, anche probabilmente perchè a dare questa lezione non è certo un paese ricco. 

El Salvador
El Salvador riflette sullo stato della nuova valuta legale

I salvadoregni e l’approccio a Bitcoin

Il fatto è che i risparmi in normale valuta fiat inflattiva perdono inevitabilmente di valore con il tempo, tanto che non è assolutamente conveniente tenerseli. La valuta fiat conviene spenderla o investirla in qualche asset con natura deflattiva. 

Bitcoin è una moneta con natura deflattiva, sebbene al giorno d’oggi la sua massa monetaria stia ancora aumentando di poco meno del 2% all’anno. Ogni 4 anni però il ritmo con cui vengono creati nuovi BTC dimezza, mentre invece la massa monetaria in circolazione delle valute fiat continua inevitabilmente ad aumentare. 

I salvadoregni che non avranno speso o cambiato in dollari i BTC ricevuti grazie a Chivo si staranno accorgendo che una moneta con natura deflattiva andrebbe tenuta, piuttosto che investita. 

I risparmi in bitcoin sono risk-on, a differenza ad esempio di quelli in oro che sono risk-off, ma bitcoin non è un asset qualunque: è pur sempre una moneta, estremamente liquida, ed ormai facilissima da spendere ovunque, soprattutto in El Salvador. 

È possibile che il regalo da 30$ che lo Stato ha fatto ai salvadoregni si riveli in futuro un regalo dal valore maggiore di 30$ per chi avrà deciso di conservare i BTC ricevuti in dono. È estremamente improbabile che quei 30$ in BTC possano davvero cambiare la vita di chi li ha ricevuti in dono, ma almeno potrebbero aver insegnato loro la differenza tra le monete inflattive, come il dollaro, e quelle con natura deflattiva, come Bitcoin. 

Sorgente articolo:
El Salvador: guadagni del 35% per chi ha ricevuto bitcoin

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloudrealtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Small Business CRM
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Primo su google