Dal vivo la soundbar LG SN9YG, ecco come suona

Tutti apprezzano la riduzione dello spessore dei televisori, tendenza che dall’abbandono del tubo catodico degli schermi CRT ha accompagnato la vita dei TV a schermo piatto. Negli ultimi anni questa tendenza si è ulteriormente consolidata e oggi abbiamo modelli che possono essere appesi al muro come un quadro.

La riduzione dello spessore ha però portato con sé anche la riduzione dello spazio a disposizione per gli altoparlanti e le cavità risonanti, costringendo i progettisti a fare del loro meglio per tirare fuori dai TV più sottili un audio di qualità soddisfacente. Le innovazioni nei materiali, ma soprattutto nella gestione digitale del suono, hanno portato a risultati di rilievo, ma per chi cerca un’esperienza audio veramente coinvolgente la scelta di un sistema audio esterno è quasi d’obbligo.

Anche in questo caso il discorso qui sopra in merito alle evoluzioni tecnologiche resta valido e per un suono immersivo non è più necessario affidarsi a sistemi con casse satellite sparse in giro per il salotto, ma una soundbar di ultima generazione offre un’esperienza più che soddisfacente per la maggioranza degli utenti. Se poi è certificata Dolby Atmos questa percentuale sale in misura ancora maggiore.

soundbar LG SN9YG

Abbiamo recentemente avuto l’occasione di provare dal vivo la soundbar LG SN9YG che il produttore coreano vede come complemento perfetto per i suoi TV OLED, tanto da aver creato per essi una campagna di cashback del 50% proprio sull’acquisto delle soundbar della famiglia.

Come già avvenuto in passato su altri prodotti audio, anche la soundbar LG SN9YG ha beneficiato nella fase di sviluppo del supporto del partner Meridian, azienda con anni di esperienza nel settore. Completa di subwoofer wireless offre 5.1.2 canali con una potenza di 520W. Gli speaker orientati verso l’alto, che sfruttano il rimbalzo dei suoni contro il soffitto contribuiscono alla certificazione Dolby Atmos. Tra gli altri formati supportati troviamo anche DTS:X.

Molto interessante, per poter beneficiare al meglio del suono immersivo, è la calibrazione automatica, disponibile tra le funzioni avanzate dell’app per iOS e Android. Tramite l’emissione di alcuni suoni predefiniti e sfruttando i microfoni integrati la soundbar è in grado di creare il profilo che meglio si adatta alla stanza e alle sue riflessioni e assorbimenti. I microfoni vengono sfruttati anche per l’accesso vocale all’Assistente Google.




A livello di connessioni troviamo un ingresso HDMI 2.1/HDMI eARC (Enhanced Audio Return Channel) , un’uscita HDMI, l’entrata ottica e una USB. La soundbar può essere sfruttata per riprodurre musica dai propri dispositivi (supporta anche i FLAC via USB), i servizi streaming via Wi-Fi e la connessione Bluetooth 5.0.

Questo modello nasce per accordarsi al meglio ai TV da 55″, mentre in gamma le sorelle più grandi e più piccole hanno dimensioni per accompagnare al meglio TV dagli schermi più piccoli arrivando fino a 65″.

Dal vivo la soundbar offre un suono decisamente più coinvolgente rispetto a quello offerto dagli altoparlanti integrati nel TV (nel caso specifico un LG OLED CX da 55 pollici). Il suono migliora sotto tutti i punti di vista, com’è logico che sia. La calibrazione automatica è efficace e si è dimostrata in grado di compensare le asimmetrie della stanza, con il posizionamento del TV a ridosso di una parete a destra e invece con molto spazio sulla sinistra. La soundbar offre diversi profili audio dedicati alle varie situazioni d’uso (Movie, Music, Standard) ma c’è anche la possibilità di lasciare tutto all’intelligenza artificiale AI Sound Pro, che a seconda del contenuto seleziona un profilo audio che possa permettere di goderne al meglio. Rispetto ai profili standard AI Sound Pro è sembrato avere una marcia in più e adattarsi meglio anche – ad esempio – ai diversi generi musicali.

La soundbar offre un’esperienza decisamente migliore rispetto alle casse del TV anche nei contenuti standard, come la TV o anche i video di YouTube. Passando al piatto forte, i contenuti cinematografici, però la differenza che viene scavata è ancora più evidente. In particolare i contenuti con codifica Dolby Atmos fanno emergere le potenzialità della soundbar, in grado, anche in una stanza di grandi dimensioni, di offrire un suono immersivo a 360° senza la necessità di satelliti posteriori, con un’esperienza che permette di soddisfare buona parte delle esigenze della classica utenza casalinga, attirata dal suono immersivo, ma che spesso non vuole avere a che fare con la complessità di un impianto con casse satelliti. In ogni caso alla soundbar è possibile accoppiare, per i più esigenti, il set di due casse wireless SPK8 Wireless Rear Speaker Kit.

Come detto le prestazioni audio sono in grado di elevare l’esperienza sonora dei TV, anche di alta gamma, anzi, un prodotto come la soundbar LG SN9YG è proprio dedicato a questo tipo di apparecchio, soprattutto considerato il costo di acquisto di 999€, un investimento che probabilmente verrà sostenuto solo da chi ha già speso una cifra almeno doppia per il TV.

Sorgente articolo:
Dal vivo la soundbar LG SN9YG, ecco come suona

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Il tuo sito web Personalizzato
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Corsi Online
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro