Nuovo Canon RF 100mm F2.8L MACRO IS USM: più ingrandimento e ghiera di controllo dell’aberrazione sferica

Canon ha sposato in pieno la filosofia mirrorless e, dopo anni in cui le dichiarazioni andavano in un altra direzione, dopo l’annuncio del suo sistema Canon EOS R il marchio giapponese ha ingranato la quinta. L’odierno annuncio dello sviluppo della mirrorless full frame professionale Canon R3 la dice lunga sui piani della casa biancorossa, assieme alla presentazione dei super tele Canon RF 400mm F2.8L IS USM e Canon RF 600mm F4L IS USM, versioni mirrorless e migliorate di quelli dedicati al sistema reflex.

Il processo per traghettare i propri utenti sul formato mirrorless passa per Canon anche per la presentazione di versioni di alcuni dei suoi obiettivi ‘storici’ per l’innesto RF e oggi è il turno del mitico 100mm F2.8 Macro, ottica apprezzatissima sia dai fotografi macro, sia dai ritrattisti.

Canon RF 100mm F2.8L MACRO IS USM

Nel rinnovare questo obiettivo Canon ha voluto innovare e ha incluso una novità davvero interessante nel nuovo Canon RF 100mm F2.8L MACRO IS USM . Dovendo scegliere se prediligere la massima nitidezza per accontentare al meglio chi fa fotografia macro o la resa dello sfocato per venire invece incontro a chi fa un utilizzo ritrattistico dell’ottica, i tecnici giapponesi hanno deciso… di soddisfare entrambi.

Non solo il rinnovato schema ottico permette ora un rapporto d’ingrandimento più elevato, pari a 1.4:1, ma Canon ha incluso anche una nuova ghiera variabile e regolabile per il controllo dell’aberrazione sferica. I fotografi possono variare l’effetto bokeh sullo sfondo o in primo piano, realizzando un effetto soft focus sul soggetto, sfruttando così al meglio la resa dello sfocato del diaframma circolare a 9 lamelle.

Più efficace anche la stabilizzazione: RF 100mm F2.8L MACRO IS USM dispone della stabilizzazione ottica d’immagine a 5 stop e IS combinato a 8 stop (in base agli standard CIPA) se utilizzato con EOS R5 e EOS R6. Per la messa a fuoco fluida e veloce troviamo i motori Dual nano USM che hanno debuttato sul 70-200mm RF. L’ottica è leggermente più grande e pesante della vecchia versione EF, fermando la bilancia a 730 grammi. La distanza minima di messa a fuoco è pari a 26 centimetri.

Canon RF 100mm F2.8L MACRO IS USM sarà disponibile a partire da inizio luglio al prezzo suggerito al pubblico di 1.629€.

Sorgente articolo:
Nuovo Canon RF 100mm F2.8L MACRO IS USM: più ingrandimento e ghiera di controllo dell’aberrazione sferica

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Consulenza realizzazione Applicazioni Web
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Automazione di campagne Email

Nintendo Switch blu: disponibile dal 7 maggio

Nintendo Switch Lite ha appena ricevuto un piccolo grande update sul versante estetico. La grande N ha introdotto la colorazione blu in listino per la piccola console portatile del brand. Effettivamente, ammettiamo che è molto carina: era il colore che mancava.

La Switch Lite blu è quella che volevamo

La Switch Lite è stata originariamente presentata in tre colori: grigio, turchese e giallo. L’anno scorso, Nintendo ha rilasciato una quarta variante di colore: Coral. Ora ha fatto seguito con una quinta colorazione, ossia quella blu e, scusate la nostra soggettività, ma è proprio bella. Forse la più bella di tutte. Da possessore della variante grigia, un po’ ammetto di star guardando con invidia questo modello.

Nintendo Switch blu

Proprio come gli altri quattro colori, la console avrà il solito prezzo al dettaglio di vendita. La differenza di colore è il relativa alla sola scocca satinata, quindi ci saranno ancora i pulsanti bianchi come sugli altri modelli.

Il gigante della tecnologia afferma che il nuovo colore sarà disponibile il mese prossimo, a partire dal 7 maggio da noi in Italia. Potrete acquistarla sul negozio online e presso i negozi partner come Amazon, Best Buy, GameStop.

Nintendo Switch blu

Il produttore giapponese ha anche annunciato che il suo prossimo gioco, Miitopia, sarà annunciato anche il 21 maggio, lo stesso giorno in cui la nuova colorazione sarà in vendit sul mercato orientale: è un gioco di avventura a cui puoi giocare con la famiglia e gli amici.

Prima dell’uscita di Miitopia, l’azienda rilascerà il 30 aprile il nuovo gioco Pokémon Snap per le console della casa: questo capolavoro vi consentirà di visitare isole diverse e fotografare Pokémon diversi nel loro habitat naturale. Ma quali sono i titoli che attendiamo con maggiore enfasi? Semplice: il sequel di Zelda e Pokémon Legends: Arceus. C’è poco da dire/fare/pensare: saranno meravigliosi e siamo pronti a scommetterlo!

Notizie correlate

Fonte:Nintendo

Nintendo Videogames
Sorgente articolo:
Nintendo Switch blu: disponibile dal 7 maggio

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Gestione Lead
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloudrealtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Cloud Real Time

Apple Event: cosa aspettarci? iPad, AirTag, AirPods?

Apple ha da poco annunciato che terrà un evento nella giornata del 20 aprile. Si chiamerà “Spring Loaded“; ma quali sono i prodotti che vedranno la luce in tale data? Facciamo il punto.

Apple Event: ci saranno anche gli AirTag?

Il colosso di Cupertino ha annunciato ufficialmente che il prossimo evento dell’azienda, denominato “Spring Loaded“, si svolgerà il 20 aprile. La conferma da parte dell’azienda arriva poche ore dopo che Siri aveva spoilerato la data mediante il trick “Quando sarà il prossimo evento Apple?

L’evento sarà trasmesso in streaming da Apple Park e potrà essere visualizzato sul sito web ufficiale dell’azienda: apple.com.

L’annuncio dell’azienda non rivela nulla in merito ai prodotti che verranno annunciati all’evento. Tuttavia, guardando il logo Apple ondulato e lo slogan “caricato a molla“, la società potrebbe – probabilmente – presentare la nuova Pencil.

Apple event

Si dice che i nuovi iPad Pro da 11 pollici e 12,9 pollici verranno lanciati alla fine di questo mese e c’è un’alta possibilità che i dispositivi vengano annunciati il ​​20 aprile. Secondo quanto riferito, avranno lo stesso design ma la variante di fascia alta nella gamma dovrebbe avere un display Mini-LED.

Ci sono rapporti su un nuovo iPad Mini con un display più grande – da 8,5 pollici a 9 pollici, che dovrebbe essere lanciato nella prima metà di quest’anno. Anche i tanto attesi AirTag potrebbero essere lanciati in questo evento.

Non di meno, i nuovi auricolari True Wireless Stereo (AirPods 3) dovrebbero essere lanciati nella prima metà di quest’anno. Le cuffie next-gen avranno un design simile agli AirPods Pro ma con steli più corti e gommini sostituibili. Resta da vedere se gli auricolari verranno annunciati in questo evento o se dovremmo attendere ancora un po’.

Oltre a commercializzare i suddetti terminali all’evento del 20 aprile, la società potrebbe anche anticipare alcuni dei suoi prodotti che dovrebbero essere presentati entro la fine dell’anno. Fra questi citiamo la nuova gamma di iMac rinnovata e i laptop Mac alimentati dai processori Apple Silicon M2.

Recentemente, l’azienda ha confermato che smetterà di vendere l’attuale modello base di iMac Pro una volta esaurite le scorte, il che suggerisce che è pronta a mostrare già i nuovi modelli.

Notizie correlate

Fonte:Gizmochina

Apple Tablet
Sorgente articolo:
Apple Event: cosa aspettarci? iPad, AirTag, AirPods?

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Free Web Host
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Realizza un Applicazione Web
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Pubblicizza sito

Apple Event: cosa aspettarci? iPad, AirTag, AirPods?

Apple ha da poco annunciato che terrà un evento nella giornata del 20 aprile. Si chiamerà “Spring Loaded“; ma quali sono i prodotti che vedranno la luce in tale data? Facciamo il punto.

Apple Event: ci saranno anche gli AirTag?

Il colosso di Cupertino ha annunciato ufficialmente che il prossimo evento dell’azienda, denominato “Spring Loaded“, si svolgerà il 20 aprile. La conferma da parte dell’azienda arriva poche ore dopo che Siri aveva spoilerato la data mediante il trick “Quando sarà il prossimo evento Apple?

L’evento sarà trasmesso in streaming da Apple Park e potrà essere visualizzato sul sito web ufficiale dell’azienda: apple.com.

L’annuncio dell’azienda non rivela nulla in merito ai prodotti che verranno annunciati all’evento. Tuttavia, guardando il logo Apple ondulato e lo slogan “caricato a molla“, la società potrebbe – probabilmente – presentare la nuova Pencil.

Apple event

Si dice che i nuovi iPad Pro da 11 pollici e 12,9 pollici verranno lanciati alla fine di questo mese e c’è un’alta possibilità che i dispositivi vengano annunciati il ​​20 aprile. Secondo quanto riferito, avranno lo stesso design ma la variante di fascia alta nella gamma dovrebbe avere un display Mini-LED.

Ci sono rapporti su un nuovo iPad Mini con un display più grande – da 8,5 pollici a 9 pollici, che dovrebbe essere lanciato nella prima metà di quest’anno. Anche i tanto attesi AirTag potrebbero essere lanciati in questo evento.

Non di meno, i nuovi auricolari True Wireless Stereo (AirPods 3) dovrebbero essere lanciati nella prima metà di quest’anno. Le cuffie next-gen avranno un design simile agli AirPods Pro ma con steli più corti e gommini sostituibili. Resta da vedere se gli auricolari verranno annunciati in questo evento o se dovremmo attendere ancora un po’.

Oltre a commercializzare i suddetti terminali all’evento del 20 aprile, la società potrebbe anche anticipare alcuni dei suoi prodotti che dovrebbero essere presentati entro la fine dell’anno. Fra questi citiamo la nuova gamma di iMac rinnovata e i laptop Mac alimentati dai processori Apple Silicon M2.

Recentemente, l’azienda ha confermato che smetterà di vendere l’attuale modello base di iMac Pro una volta esaurite le scorte, il che suggerisce che è pronta a mostrare già i nuovi modelli.

Notizie correlate

Fonte:Gizmochina

Apple Tablet
Sorgente articolo:
Apple Event: cosa aspettarci? iPad, AirTag, AirPods?

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Gestione Lead
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Free Web Host

Canon rinnova i super tele RF 400mm F2.8L IS USM e 600mm F4L IS USM in versione mirrorless

Come abbiamo visto dall’annuncio dello sviluppo di Canon R3, fotocamera mirrorless full frame che punta a mandare in pensione anche le più performanti reflex professionali, Canon sta puntando in modo netto al mercato professionale in ambito mirrorless. La fotocamera è in via di sviluppo e vedrà la luce nel corso dell’anno, mentre il marchio giapponese ha già messo sul piatto un paio di interessanti novità sul fronte obiettivi, già definitive e ufficiali e in arrivo a breve.

Parliamo dei due obiettivi Canon RF 400mm F2.8L IS USM e 600mm F4L IS USM, super tele di fascia super professionale. Sono quasi del tutto omologhi alle versioni EF per reflex presentate non molto tempo fa, ma portano in dote qualche piccola novità interessante. Se, infatti, dal punto di vista dello schema ottico sono perfettamente equivalente, la presenza di un numero maggiore di PIN di contatto sull’innesto RF mirrorless rispetto a quello EF reflex permette di portare all’obiettivo maggiore corrente: Canon ha quindi raddoppiato i motori autofocus su queste nuove ottiche, che dichiarano prestazioni migliori dei fratelli reflex nella velocità di messa a fuoco.

Inoltre le nuove ottiche dichiarano anche mezzo stop di efficacia di stabilizzazione ottica rispetto alle versioni reflex, arrivando a 5,5 stop. A livello di ingombri e pesi ingombri sono leggermente più grossi e pesanti delle versioni EF, per la presenza del pezzo di flangia aggiuntiva per il corretto tiraggio su corpi mirrorless, ma con un peso di 50 grammi in meno rispetto a all’utilizzo delle ottiche EF con adattatore. Naturalmente entrambe le ottiche sono compatibili con i teleconverter 1.4x e 2.0x.

Come dicevamo, si tratta di ottiche di fascia altissima: Canon RF 400mm F2.8L IS USM e 600mm F4L IS USM avranno un prezzo di listino di 13.600 € e 14.700 € IVA Inclusa con disponibilità a partire dalla seconda parte di luglio.

Sorgente articolo:
Canon rinnova i super tele RF 400mm F2.8L IS USM e 600mm F4L IS USM in versione mirrorless

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Automazione di campagne Email
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Servizi B2B di Video Conferenza

Canon EOS R3: la mirrorless 35mm che manda in pensione le reflex con controllo AF con lo sguardo

Da quando ha sposato in toto la filosofia mirrorless, Canon sta sparando un colpo dopo l’altro. Da negazionisti (fino a poco tempo fa i giapponesi di Canon non avevano altro dio all’infuori della reflex) i tecnici della casa biancorossa si sono trasformati in quelli che probabilmente daranno la spallata definitiva alle fotocamere con specchio reflex. Con l’accoppiata Canon R5 e Canon R6, il marchio giapponese aveva d’un balzo chiuso il gap con la concorrenza che ha investito da molto più tempo sulle senzaspecchio, ma oggi punta a porsi al top della categoria, con un prodotto che si annuncia in grado di mandare in pensione anche le ammiraglie reflex in ambito professionale. Forse non ancora la regina incontrastata Canon EOS 1-D X Mark III, ma sicuramente le due versioni precedenti.

La mitica Canon EOS 3, con AF Eye Control

Una mossa coraggiosa quella odierna di Canon, ma che lascia intravedere ulteriori sviluppi per il futuro: Canon rispolvera infatti la ‘Serie 3‘, facendo pensare la che serie 1 in ambito mirrorless abbia ancora a venire. La nuova Canon R3, di cui oggi viene annunciato lo sviluppo, ma che è già molto vicina al prodotto finale, è una fotocamera mirrorless full frame che non ha paura ad abbandonare quello che fino a oggi era uno dei dogmi del segmento mirrorless, ‘La compattezza a tutti i costi‘. Sebbene la ricerca dell’ergonomia abbia portato le mirrorless a ingrandirsi negli ultimi anni, solo recentemente abbiamo visto qualcuno provare a rompere gli schemi e a proporre qualcosa che fosse in grado di replicare l’efficacia di utilizzo: nell’annuncio dello sviluppo della sua Z9 Nikon ha mostrato un corpo con impugnatura verticale integrata ed è questa la strada battuta anche da Canon per la sua R3. Olympus aveva già scelto questa strada con la sua OM-D E-M1X, ma va da sé che sul formato Micro Quattro Terzi la scelta è stata comunque quella di prediligere le dimensioni compatte, con un’ergonomia che non riesce a essere al livello di quella delle reflex Canon EOS 1-D X Mark III e Nikon D6.

Come abbiamo detto si tratta di un annuncio di sviluppo, per cui non ci sono ancora tutti i dettagli del prodotto finale, ma Canon ha rivelato diverse caratteristiche chiave della sua nuova mirrorless full frame. Si tratta di un prodotto pensato per i professionisti a cui serve la massima velocità e tutte le caratteristiche fin qui rivelate vanno in questa direzione. Il sensore 35mm sarà completamente nuovo, basato su struttura retroilluminata BSI Stacked CMOS, con rolling shutter molto ridotto per gli scatti con otturatore elettronico e con la possibilità di arrivare a scattare a 30 fps a piena risoluzione con AF e AE attivi.

Il processore DIGIC X si occuperà di far tenere il passo della raffica all’autofocus, che può contare sul sistema Dual Pixel CMOS AF II, con tutti i pixel in grado di registrare la differenza di fase. Un autofocus che si candida a essere rivoluzionario, riportando in vita un sistema di 30 anni fa – proprio quello della Canon EOS 3 – in chiave moderna. Sarà infatti possibile spostare il punto di messa a fuoco con lo sguardo: laddove si posa l’occhio si potrà selezionare il punto su cui indirizzare l’AF. Per ora non ci sono molti dettagli, probabilmente spostando lo sguardo si potrà preselezionare un punto o una zona e poi confermare la selezione tramite pulsante. Sarà comunque una delle coese più interessanti da provare quando saranno disponibili i primi campioni. Naturalmente questa novità non andrà a sostituire le modalità di messa a fuoco che già le macchine attuali mettono a disposizione, ma sarà un’opzione aggiuntiva. Tra le funzioni che Canon sta ulteriormente affinando troviamo l’inseguimento di volti e occhi, anche per gli animali e in particolare anche per gli uccelli.

Oltre all’impugnatura verticale, anche altre caratteristiche saranno in linea con l’attuale ammiraglia reflex, come la protezione contro gli agenti atmosferici, ma anche le possibilità di connessione saranno pensate per assistere al meglio i fotografi sportivi a bordo campo o a bordo pista, con la possibilità di trasferimento veloce delle immagini anche via FTP collegando lo smartphone via USB tramite l’app Mobile File Transfer di Canon, anche includendo negli scatti copyright e altri metadati personalizzati.

Per molti un prodotto del genere avrebbe dovuto essere ‘La fotocamera delle Olimpiadi‘, ma Canon ha deciso di adottare cautela e di presentare il prodotto quando sarà del tutto a punto. Per qualcuno sarà davvero la fotocamera delle Olimpiadi, durante i Giochi di Tokyo alcuni fotografi Canon la utilizzeranno davvero sul campo sotto mentite spoglie per valutarne la reale efficacia e per mettere a punto gli ultimi ritocchi in vista del lancio, che al momento non ha una data precisa. Naturalmente al momento non si sa nemmeno il prezzo, ma probabilmente viaggerà in alto, verso quello dell’ammiraglia. Nessuna informazione nemmeno sulla risoluzione del sensore, anche se qualche indiscrezione parla di un sensore che, sebbene non sarà ad alta risoluzione come quello da 45 megapixel di Canon R5, metterà a disposizione più megapixel dei 20,1 di Canon EOS 1-D X Mark III e Canon R6. Probabilmente, come già accade sull’ammiraglia reflex, sarà di rilievo anche il comparto video: lo ricordiamo 1-D X MK III mette a disposizione anche il formato 5,5K RAW video.

Mantenetevi sulle nostre frequenze, naturalmente vi daremo dettagli non appena saranno disponibili.

Sorgente articolo:
Canon EOS R3: la mirrorless 35mm che manda in pensione le reflex con controllo AF con lo sguardo

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Webinar Online
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloudrealtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Ugo Fiasconaro

I profili Kids di Netflix stanno per ricevere un nuovo design più intuitivo per i più piccoli (foto)

Vito Laminafra

I profili per bambini di Netflix consentono di filtrare l’enorme catalogo e mostrare solo show e film adatti ai più piccoli. Il colosso dello streaming ha annunciato una nuova grafica più intuitiva proprio per questo genere di profili.

LEGGI ANCHE: In arrivo la Nintendo Switch Lite blu

Nella prima riga, chiamata “Preferiti”, saranno presenti gli show più apprezzati dai bambini, abbelliti dalle immagini dei protagonisti, in modo tale da rendere più riconoscibile un film o una serie a colpo d’occhio. I titoli presenti in questa categoria non saranno esclusivamente originali Netflix, ma qualsiasi show del catalogo potrà farne parte. Michelle Parsons, product manager per bambini e famiglia di Netflix, ha dichiarato “volevamo rappresentare un titolo nel modo in cui i bambini lo riconoscono maggiormente: attraverso i personaggi“.

La nuova interfaccia è in rollout in questi giorni sulla versione TV dell’app Netflix e, nei prossimi mesi, arriverà anche su smartphone, tablet e sito web.

Via: The Verge
Sorgente articolo:
I profili Kids di Netflix stanno per ricevere un nuovo design più intuitivo per i più piccoli (foto)

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Web Design
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Free Web Hosting
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro

Il redesign di Android Fast Pair è realtà: sono oltre 100 gli auricolari Bluetooth compatibili (video)

Vito Laminafra

Android Fast Pair è la funzionalità che serve per configurare un nuovo dispositivo Bluetooth, principalmente cuffie, in maniera rapida e senza passare dalle impostazioni, similmente con quanto visto con AirPods di Apple.

LEGGI ANCHE: Spotify presenta il suo primo dispositivo fisico

Finalmente è arrivato il tanto atteso redesign di questa schermata, che diventa molto più semplice e funzionale. Precedentemente, per la configurazione di un dispositivo, veniva mostrata una notifica non molto intuitiva: adesso verrà invece mostrata una schermata che parte dal basso e occupa gran parte dello schermo, con al centro un’animazione del dispositivo in questione.

L’accoppiamento avviene semplicemente cliccando l’unico pulsante presente, che porterà in altre eventuali schermate per completare la configurazione o modificare alcune impostazioni. Secondo Google, sono oltre 100 gli auricolari compatibili conFast Pair, prodotti da partner come JBL e Sony. La nuova interfaccia sarà molto probabilmente distribuita tramite aggiornamento lato server nelle prossime settimane.

Via: 9to5Google
Sorgente articolo:
Il redesign di Android Fast Pair è realtà: sono oltre 100 gli auricolari Bluetooth compatibili (video)

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Corsi Online
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Gestione Contatti
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Free Web Host

TicWatch GTH è ufficiale: lo smartwatch che misura la temperatura corporea a 79€ (foto)

Vincenzo Ronca

Nel panorama mondiale del mercato smartwatch ha appena debutto un nuovo dispositivo, un nuovo indossabile della serie TicWatch di Mobvoi che presenta una peculiarità interessante. TicWatch GTH è un dispositivo economico e che in grado di misurare la temperatura corporea.

TicWatch GTH: Caratteristiche Tecniche

Le immagini in galleria mostrano il design del nuovo TicWatch GTH: il quadrante è quadrato mentre il cinturino è in gomma. Il sistema operativo sul quale si basa non è Wear OS ma gli assi nella manica di TicWatch GTH consistono nei sensori integrati: oltre al sensore per valutare la frequenza cardiaca durante tutta la giornata, in grado di valutare anche la saturazione d’ossigeno nel sangue, troviamo anche quello in grado di misurare la temperatura corporea.

Oltre a questo troviamo il monitoraggio delle solite attività fisiche, il monitoraggio del sonno e dei parametri più importanti per la salute. Lo smartwatch è in grado di rilevare fino a 14 sport diversi.

La batteria integrata ha una capacità pari a 260 mAh, per la quale si dovrebbe avere a disposizione una settimana intera di funzionamento. Il display è a colori e ha una diagonale pari a 1,55″, mentre il dispositivo offre una certificazione per la resistenza all’acqua fino a 5 atmosfere.

Uscita e Prezzo

Il nuovo TicWatch GTH è già disponibile nel mercato italiano nella colorazione Raven Black. Sarà possibile acquistarlo sullo store ufficiale dell’azienda al prezzo di 79,99€.

TicWatch GTH – Video

TicWatch GTH – Immagini

Via: Android PoliceFonte: Mobvoi
Sorgente articolo:
TicWatch GTH è ufficiale: lo smartwatch che misura la temperatura corporea a 79€ (foto)

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Free Web Host
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Pubblicizza sito
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Realtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Small Business CRM

L’app Google Home si aggiorna: novità per le chiamate su smart speaker e display (foto)

Vincenzo Ronca

Google ha rilasciato un nuovo aggiornamento per la sua app Android di Google Home, con il quale introduce alcune interessanti novità per le chiamate in arrivo su smart speaker e su smart display.

L’aggiornamento introduce la versione 2.36 dell’app Google Home, la quale include la possibilità di abilitare lo squillo relativo alle chiamate in entrata su smart speaker e su smart display solo quando si è in casa. Questo eviterà che i dispositivi squillino in seguito alle chiamate in arrivo quando non si è presenti in casa. La funzionalità prevede che la notifica della chiamata in arrivo non venga visualizzata nemmeno quando solo il titolare dell’account Google non è presente in casa.

LEGGI ANCHE: Redmi Note 10 Pro, la recensione

La novità che abbiamo appena descritto è disponibile nella sezione “Chiamate vocali e video” nelle impostazioni dell’app Google Home. La feature arriva su Android con l’aggiornamento in fase di distribuzione in queste ore, mentre dovrebbe già essere disponibile per l’app iOS.

Via: 9to5Google
Sorgente articolo:
L’app Google Home si aggiorna: novità per le chiamate su smart speaker e display (foto)

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Parola chiave nella ricerca
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Corsi Online
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Free Web Host