Bitcoin abbatte la resistenza degli 11.600$

Oggi torna a ruggire Bitcoin che, con un balzo che si spinge oltre gli 11.800 dollari, abbatte la resistenza degli 11.600 che durante l’ultima settimana aveva più volte respinto i tentativi rialzisti. 

Ieri questa resistenza ha ceduto facendo scattare le ricoperture da parte dei ribassisti, spingendo i prezzi a testare la soglia degli 11.850, livello più alto dal 2 settembre.

Bitcoin archivia il movimento ribassista che nella prima settimana di settembre aveva visto crollare i prezzi di oltre il 15% in poche ore. Bitcoin prova a tracciare così il ritorno della forza rialzista. 

coin360 20201020
Fonte: COIN360.com

Gran parte delle altcoin beneficiano di questo movimento delle ultime ore, anche se non con la stessa intensità. 

Bitcoin oggi sale di oltre il 3,5%. Ethereum ne beneficia ma rallenta la salita fermandosi a +1% combattendo con la soglia dei 380 dollari.

Tra le big, per trovare una performance migliore del Bitcoin, bisogna scendere alla 17° posizione dove c’è Stellar (XLM) che sale del 5%. Ripple (XRP) sale del 3% e cerca di riconquistare la soglia psicologica dei 25 centesimi di dollaro.

La migliore di giornata è Dash che sale del 15%. Dash beneficia dell’implementazione della rete che ora consente di convertire in token ERC20 i propri Dash consentendone l’utilizzo nella finanza decentralizzata. 

Molto bene anche le altre due privacy coin: ZCash (ZEC) sale del 7%, mentre Monero (XMR) torna a rafforzare i rialzi che la stanno accompagnando nell’ultimo mese, provando a riconquistare i 130 dollari. 

Monero è tra le tre la migliore da inizio settembre, con un balzo in alto del 75% e un guadagno del 400% dai minimi di marzo. 

Dalla parte opposta scivola del 16% Aave (ex LEND). Synthetix Network (SNX) e Decentraland (MANA) scendono di oltre l’8%. 

La capitalizzazione torna sopra i 366 miliardi di dollari. La dominance di Bitcoin torna ai livelli più alti dello scorso agosto, al 60%, con il market cap che sale ad un passo dai 220 miliardi di dollari, livello più alto dal 2 settembre.

Tornano a salire i volumi, oltre gli 85 miliardi di dollari, con un incremento del 30% nelle ultime 24 ore. Merito per gran parte del Bitcoin che nelle ultime 24 ore scambia 1,6 miliardi di dollari. Resta bassa Ethereum, con scambi sotto il miliardi di dollari. 

DeFiPulse 20201020

DeFi

La DeFi si mantiene sopra 11,2 miliardi di dollari, livello che è merito della tokenizzazione dei Bitcoin che segna nuovi record con 161.000 BTC tokenizzati. Tornano a salire anche i numeri di Ethereum con oltre 8.730.000 ETH immobilizzati su progetti di finanza decentralizzata.

Si rafforza Uniswap con 2,75 miliardi di dollari. Sale Maker poco sotto i 2 miliardi, così come WBTC con 1,6 miliardi di dollari: a tanto ammonta il valore dei Bitcoin trasformati sulla rete di Ethereum.

01 BTC 20201020
Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC) verso la resistenza dei 12.000 dollari

Rotta la resistenza degli 11.600 dollari, esplodono gli acquisti del breve periodo, che accompagnano i prezzi del Bitcoin a testare gli 11.850 dollari, livello più alto prima della tempesta dei primi giorni di settembre. 

Questa rottura fa riposizionare nuovamente le coperture degli operatori in opzioni. La prossima resistenza sono i 12.000 dollari.

Al ribasso ci sarebbe preoccupazione solo per un ritorno dei prezzi sotto gli 11.200 dollari, livelli che si stanno allontanando nella giornata odierna. 

Una salita sopra gli 11.800-11.900 dollari attirerebbe il test della prossima area di resistenza dove sono posizionate i primi livelli di copertura al rialzo con strategie che si stanno riformulando da parte degli operatori in opzioni.

Le posizioni di Bitcoin trovano conferma anche nell’open interest in opzioni, che continua a rafforzarsi, ad un passo dal record storico del 24 settembre. 

L’open interest sui future sale oltre i 4,5 miliardi di dollari, livelli più alti da inizio settembre. L’open interest sui contratti future del CME sale ai livelli più alti dall’inizio del mese scorso. 

Il volume aggregato rimane a livelli alti ma non sui massimi registrati da inizio settembre. Torna quindi l’interesse anche per i derivati in Bitcoin e la fiducia.

02 ETH 20201020
Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Ethereum rimane ingabbiato nel canale laterale che sta accompagnando le oscillazioni dei prezzi da inizio settembre. Ethereum, anche se in salita, fatica a rompere la soglia dei 390 dollari, rimanendo nel range dei 365-385 dollari. 

Per Ethereum è necessario uscire al più presto dal canale laterale, al rialzo oltre i 390 dollari, accompagnato dai volumi.

Al ribasso è necessario non rompere la soglia dei 335- 325 collari, che coincide con la trendline rialzista che accompagna il trend al rialzo e congiunge i minimi della metà di marzo e passa dai minimi crescenti tra giugno, luglio e fine settembre scorsi.

Sorgente articolo:
Bitcoin abbatte la resistenza degli 11.600$

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Il tuo Sito Web Personalizzato
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Free Web Hosting
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloudrealtime

I migliori Amiibo per Nintendo Switch

Uno dei grandi punti di forza di Nintendo è sempre stata la sua inventiva e il suo desiderio all’innovazione: la società di Kyoto non segue i trend del momento, ma cerca di dire la propria in modo unico in un mercato sempre più saturo. Gli Amiibo sono proprio un esempio di questa filosofia. Nintendo Switch, una macchina ibrida, si allontana dall’ossessione della risoluzione e della potenza grafica, ma opta per un nuovo modo di fruizione del videogioco. Gli Amiibo ampliano infatti il gioco e lo portano fuori dallo schermo, soddisfacendo anche i nostri desideri da collezionisti.

Ma Nintendo Switch e gli Amiibo sono solo un esempio, anche se parliamo pur sempre di un successo. Nintendo ha sperimentato anche con Nintendo Labo, un prodotto di cartone che può essere letteralmente “costruito” con le nostre mani e sfruttato con dei videogiochi specifici. Anche in questo caso, evolvendo il concetto vero e proprio di immedesimazione.

Arriviamo infine a ciò che vi abbiamo accennato all’inizio, gli Amiibo. Cosa sono innanzitutto? Sono delle statuette prodotte da Nintendo stessa che, oltre a essere esteticamente godibili e perfette da collezionare, possono essere sfruttate anche all’interno dei videogiochi grazie al sensore NFC presente sulla console. Gli Amiibo associati al gioco compatibile permettono di sbloccare contenuti esclusivi tra cui, armi, armature, abilità, modalità e tanto altro.

In questo articolo vi elenchiamo i migliori Amiibo acquistabili per Nintendo Switch e per i giochi a essa associata, ma sappiate che esistono decine che possono essere utilizzati anche su Nintendo 3DS, Nintendo 3DS XL e Nintendo 2DS grazie a un lettore e scrittore NFC venduto separatamente. Inoltre non esistono solo “statuette”, ma anche carte collezionabili che funzionano nello stesso modo!

Vi ricordiamo che l’articolo verrà costantemente aggiornato, aggiungendone di nuovi di volta in volta. per questo motivo, se siete appassionati, vi consigliamo di tenere l’articolo sotto controllo nel caso nel dovessimo aggiungere di altri nel corso del tempo.

I migliori Amiibo per Nintendo Switch

  • Amiibo Super Mario
  • Amiibo Super Smash Bros
  • Amiibo Zelda
  • Altri Amiibo

Amiibo Super Mario

Amiibo

Super Mario è, come ben sappiamo, il “volto” di Nintendo da moltissimi anni. Non potevano quindi mancare una serie di Amiibo dedicati proprio all’idraulico italiano e a tutti i personaggi che gravitano attorno ad esso. Parliamo dell’amata principessa Peach e del malvagio (ma comunque amato) Bowser. Nello specifico, possiamo ammirare gli amiibo in versione Sposo e Sposa, riservati al capolavoro platform Super Mario Odyssey

» Clicca qui per acquistare Mario vestito da sposo
» Clicca qui per acquistare Bowser vestito da sposo
» Clicca qui per acquistare Peach vestita da sposa


Amiibo Super Smash Bros

Amiibo

Super Smash Bros. Ultimate non è solo uno dei più grandi picchiaduro di sempre e del mondo Nintendo, ma è sopratutto il cross-over definitivo. Decine e decine di personaggi provenienti dall’interno mondo videoludico si scontrano in grandi arene. Impossibile quindi non avere il grande desiderio di collezionare tutti quelli dedicati: abbiamo deciso perciò di selezionare i migliori.

» Clicca qui per acquistare Mario
» Clicca qui per acquistare Mewtwo
» Clicca qui per acquistare Bayonetta
» Clicca qui per acquistare Meta Knight
» Clicca qui per acquistare Snake
» Clicca qui per acquistare Sonic

» Clicca qui per acquistare Luigi
» Clicca qui per acquistare Squirtle
» Clicca qui per acquistare Link Giovane
» Clicca qui per acquistare Smash Wolf
» Clicca qui per acquistare Samus Oscura
» Clicca qui per acquistare Inkling


Amiibo Zelda

Amiibo

Non solo Mario. Nintendo è nota anche per un’altra grande serie: The Legend of Zelda! Link e la sua principessa sono sempre di più al centro dei pensieri dei videogiocatori, sopratutto dopo l’incredibile Breath of the Wild. L’attesa per il seguito è sempre più difficile ma per fortuna di Zelda & Co. possono farci compagnia. Qui vi abbiamo selezionato Link, Zelda, Mipha provenienti proprio dall’ultimo capitolo, ma vi abbiamo voluto inserire anche il dolcissimo Link di Link’s Awakening, più precisamente del remake del 2019.

» Clicca qui per acquistare Link da Link’s Awakening
» Clicca qui per acquistare Link da Breath of the Wild
» Clicca qui per acquistare Zelda da Breath of the Wild
» Clicca qui per acquistare Mipha


Altri Amiibo

Amiibo

Non esistono solo Amiibo dedicati a specifiche serie, ma anche riservati a giochi non specificatamente di proprietà di Nintendo come Mario+Rabbids di Ubisoft Milano, Diablo di Blizzard e Solaire of Astora di Dark Souls. Questi tre sono senz’altro i migliori presenti su Nintendo Switch, per questo motivo abbiamo deciso di proporveli.

» Clicca qui per acquistare Rabbids Mario
» Clicca qui per acquistare Diablo Goblin del tesoro
» Clicca qui per acquistare Solaire of Astora

Sorgente articolo:
I migliori Amiibo per Nintendo Switch

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Servizi B2B di Video Conferenza
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Invia Email di Marketing
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Ugo Fiasconaro

Ford Explorer Plug-In: prova del maxi SUV ibrido, 7 posti e un V6 benzina ma… | Video

Ford Explorer arriva in Italia nell’unico modo in cui poteva farlo viste le normative relative alle emissioni: nella versione ibrida Plug-In. Il maxi-SUV a sette posti è un appartamento su ruote, proposta quasi unica nel nostro mercato sia per le dimensioni, sia per come lo spazio è sfruttato all’interno dell’abitacolo.

Modularità, con tante opzioni per ripartire lo spazio tra passeggeri e bagagli, e filosofia “tutto di serie” sono le armi di quest’auto, forte per il suo V6 americanissimo ma non priva di debolezze.

DIMENSIONI E BAGAGLIAIO

Ford Explorer Plug-In è immenso: 5.063 mm lunghezza x 2.107 mm larghezza x 1.783 mm altezza, con un passo di ben 3,025 metri e una larghezza, con gli specchietti, di 2.285 mm. I suoi numeri sono tutti imponenti: nel bagagliaio, sulla carta, ci sta un europallet quando abbattiamo tutti i sedili (2.274 litri di volume) ma anche in modalità a cinque posti il dato è interessante: 1.137 litri che diventano 330 al tetto quando si occupano tutte le sedute disponibili.

20,4 cm di altezza da terra garantiscono di superare facilmente gli ostacoli e gli angoli in fuoristrada sono di 20,1° di attacco e 21° di uscita. Peso a vuoto di 2.466 kg e capacità di traino di 2.500 kg completano la scheda tecnica di questo gigante americano.

Il consumo medio dichiarato è di 3,1 l/100 km nel ciclo misto (WLTP) con emissioni di CO2 di 71 grammi al chilometro e la promessa di 42 km a zero emissioni; promessa che vedremo in seguito non sarà mantenuta nella guida reale.

  • Motore benzina: 3.0 V6 da 363 CV e 555 Nm (Euro 6d TEMP)
  • Motore elettrico: 75 kW (102 CV)
  • Totale: 457 CV, 825 Nm
  • Batteria: 13,6 kWh (36 Ah), garanzia 8 anni o 160.000 km
  • Serbatoio: 68,4 litri
  • Ricarica a 2,3 kW: 5 ore e 30 minuti
  • Ricarica pubblica/wallbox: circa 4 ore

COME VA

Come può andare un carro-armato di 2,5 tonnellate? Come tutti i fuoristrada del suo calibro, con l’aggravante del peso aggiuntivo di una batteria. Ford Explorer, però, si differenzia per il motore: una pura gioia americana, di quelle che raramente vedremo in futuro e che comunque è già più mansueta delle unità viste in passato.

Ford Explorer è fatta per i grandi rettilinei americani e per il fuoristrada dagli spazi aperti e sconfinati, non perché in quelle situazione cambi dinamica di guida, se forzata resta sempre un’auto che sentite su schiena e stomaco ad ogni curva; piuttosto perché sono solo questi gli scenari dove i 457 CV e la coppia enorme ingannano il cervello. Qui, anche se la parte razionale sa benissimo che il divertimento di guida è altro – persino nel mondo dei SUV, la spinta da schiena incollata al sedile confonde quando la contestualizziamo ad un bestione del genere.

La mente viene proiettata immediatamente ai ricordi atavici delle prime esperienze di velocità e, siccome non riesce a concepire che un piccolo appartamento su ruote vada così forte, interpreta i segnali come divertimento. Il sorriso sulle labbra è genuino, le endorfine pure. Tutto funziona, quasi per magia, quando non dovrebbe funzionare. Un po’ come il calabrone che “non potrebbe volare, ma non lo sa e lo fa lo stesso”. In realtà quell’affermazione è basata su calcoli sbagliati, Explorer è basato su calcoli esatti ma insensati: non dovrebbe volare, ma non lo sa e lo fa comunque, spinto da una combinazione letale: un V6 da 3.0 litri e un elettrico.

Nonostante questo, però, resta civilizzata anche nelle strade italiane, dove si muove con discreta agilità grazie all’elettrico, grazie ad una servoassistenza ottima per lo sterzo e ai sensori ovunque.

Anche GLE 350de è un bestione, pesa anche di più, eppure giustifica la massa aggiuntiva con una batteria nettamente superiore a quella di Explorer e si guida meglio in curva. Di contro, il lato termico è quello di un diesel, e l’entusiasmo non è certo paragonabile al V6 americano che può contare, combinato con l’elettrico, su 125 Nm di coppia in più.

Il vantaggio è che Explorer è più lungo, più largo, con un passo maggiore e con forme più squadrate. La sensazione di essere in un appartamento risulta quindi superiore sul SUV Plug-In di Ford rispetto a quello di Mercedes. Peccato che poi manchino gli accorgimenti di qualità che i tedeschi hanno e gli americani devono ancora raggiungere.

Ford vuole posizionarsi più in alto con questo modello ma le finiture risultano mediocri, l’assemblaggio mostra il fianco ad evidente poca accortezza in produzione: sezioni che non collimano all’interno e all’esterno, sedili anteriori in pelle che sembrano quasi di seconda mano anche da nuovi, con una lavorazione frutto di inesperienza nel lusso e con una seduta cedevole ai fianchi bassi.

Massa e sospensioni prive di controllo elettronico costringono ad accontentarci di un setup unico per tutte le situazioni, perfettamente a prova di autostrada e lunghi viaggi ma più duro sulla schiena quando affrontiamo sconnesso e buche di città ed extra-urbano, specie nell’assorbimento verticale. Lo scotto da pagare per un’auto che deve garantire solidità e robustezza anche per un utilizzo prolungato in fuoristrada, a pieno carico o mentre traina.

Ford Explorer monta sospensioni indipendenti con montanti MacPherson e barra stabilizzatrice da 32 mm sull’anteriore, multi-link con barra stabilizzatrice da 22 mm sul posteriore. Gli ammortizzatori sono idraulici.

Il cambio è il 10 rapporti automatico di Ford, un mostro di versatilità perché equipaggia la Mustang così come Ranger e F150, oppure ancora il nuovo Transit. Da un lato ha il pregio di adattarsi non solo a modelli diversi, ma anche a situazioni diverse. In città è impercettibile, in autostrada comodissimo. Dall’altro, qui su Explorer, la taratura non è fra le più affilate, neanche in Sport dove si osserva un percettibile lag che cozza con i termini V6 e ST Line.

Frenare 2,5 tonnellate non è facile: Ford interviene comunque con dischi da 363 e 350 mm e pistoni da 50 e 45 mm di diametro. L’inerzia si sente ma il fatto di avere di serie i sistemi anticollisione, frenata automatica e cruise adattivo, consentono di dare una sicurezza in più e prevenire la maggior parte delle situazioni.

I consumi sono tutto sommato contenuti se contestualizziamo: grazie al 10 rapporti l’extra-urbano a batteria scarica si affronta a circa 9,5 litri ogni 100 chilometri marciando senza fretta. La batteria dura 25/30 km per un percorso 50:50 tra città ed extra-urbano (limite 70/90) e solo se siete bravi a trattenere i bollenti spiriti.

ABITACOLO E INFOTAINMENT

Abitacolo spartano: il salto premium non si percepisce perché, a fronte di una dotazione di accessori ricchissima, materiali e sedute non sono all’altezza. Contrasti: i sedili anteriori sono traforati, con riscaldamento e climatizzazione ma la seduta è cedevole ai fianchi. Comodi ma con il rischio di perdere efficacia nel tempo.

Dietro è un salotto: terza zona per il climatizzatore, bocchettoni anche sul tetto, ulteriori 2 USB e una presa 230V per collegare qualsiasi cosa. Peccato che la seduta centrale abbia uno schienale più rigido di altri modelli con bracciolo. Molto vivibile la terza fila, con sedili comodi e tanto spazio (più di altri) che si traduce in posti veri e non in semplici strapuntini.

La strumentazione digitale da 12,3″ è fatta bene, sempre visibile ma il sistema che la gestisce evidenzia un rallentamento palese nel cambiare schermata in risposta al movimento del selettore sul tunnel centrale: piuttosto che inserire pesanti animazioni, sarebbe stato meglio semplificare l’interfaccia e il cliente non si sarebbe mai accorto della mancanza di potenza computazionale.

SYNC 3 è sempre ottimo (ma SYNC 4 è avanti anni luce), compatibile con Apple CarPlay e Android Auto (non wireless), completo ma messo su un tablet da 10″ con cornici enormi e incastrato quasi “a pugni” sul cruscotto. Le videocamere a 360 gradi non hanno la risoluzione che ci si aspetterebbe su un’auto di segmento superiore e l’interfaccia non consente la visualizzazione a schermo intero che aiuterebbe nella visualizzazione. Promossa invece la presenza di una USB tradizionale e una USB C e c’è anche la ricarica wireless Qi, anche se gli smartphone più lunghi non ci stanno.

Si tratta di piccoli dettagli, segni però di uno sviluppo affrettato o poco curato: a fronte di soluzioni ottime (il supporto verticale per lo smartphone che tiene conto anche dello spazio per il cavo attaccato e il relativo passacavi) ci sono perdite di stile e disattenzioni.

ADAS E TECNOLOGIA

Ricchissima la dotazione di ADAS, si ha la guida (semi) autonoma di Livello 2 di serie grazie a cruise control adattivo e sistema che centra l’auto in corsia.

Non solo: presenti anche monitoraggio angolo cieco e traffico in retromarcia, anti-collisione con frenata automatica d’emergenza (pedoni e ciclisti), parcheggio automatico a pettine o a spina di pesce, assistenza al traino, frenata d’emergenza in retromarcia, assistenza agli incroci, riconoscimento dei segnali stradali, abbaglianti automatici e videocamere (quattro in totale) per la vista 360 gradi. Peccato che la qualità del sensore e dell’immagine non sia premium.

Completano la parte elettronica anche il sistema di controllo della velocità in discesa e le modalità del Terrain Management System in fuoristrada.

Nell’abitacolo ci sono 4 USB, diverse prese da 12V (davanti, dietro e nel bagagliaio, 5 in totale), una presa da 230V, ricarica wireless Qi, 1.000 W di impianto B&O con subwoofer, sistema di cancellazione attiva dei rumori e modem FordPass Connect per l’utilizzo dell’app e il controllo da remoto di portiere, motore, climatizzatore e pianificazione ricarica.

PREZZO: TUTTO DI SERIE

Difficile valutare un’auto come Ford Explorer Plug-In: da un lato è il tentativo di Ford – non completamente riuscito – di posizionarsi più in alto: l’intenzione è di aggredire in parte il mondo premium e le potenzialità ci sono, Ranger Raptor fa meglio ad esempio. Il prezzo a cui viene proposta questa versione ST Line (super accessoriata, potete averla solo così) è, di listino, quello di partenza di concorrenti che sono su un altro pianeta per qualità degli interni e finiture.

Si potrebbe obiettare che Explorer ci da, a cifre inferiori, tutte quelle tecnologie e dotazioni che altrove alzerebbero di 5/10.000 euro il prezzo delle avversarie (se non di più in alcuni casi). Vero, ed acquistandola sfruttando sconti e incentivi a 67.250€ inizia ad avere molto più senso rispetto al listino di 81.000€, sebbene sarebbe bastato davvero poco per renderla un “best buy” tra chi cerca un’auto di questo segmento.

Se riuscite a passare sopra a questi peccati, però, avrete un classico americano con un V6 benzina, un’abitacolo unico per spazio di carico e per i passeggeri e, all’occorrenza, una Plug-In per aggirare restrizioni e percorre una manciata di decine di chilometri in elettrico.

VIDEO

Sorgente articolo:
Ford Explorer Plug-In: prova del maxi SUV ibrido, 7 posti e un V6 benzina ma… | Video

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Realtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Campagne Email
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Realizza un Applicazione Web
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Videochiamate per le Aziende

Netflix alzerà i prezzi: la previsione degli analisti

Netflix potrebbe aumentare i prezzi degli abbonamenti. A dirlo sono gli analisti di eToro che collegano la scelta all’andamento del titolo in borsa. 

Va fatta una premessa: Netflix rientra tra le aziende che hanno avuto un incremento di guadagni a causa del lockdown. La chiusura forzata in casa ha indotto chi già non era cliente, ad attivare un abbonamento alla pay tv in streaming. Il risultato, spiegano da eToro, è che nel 2020 Netflix ha conosciuto un vero e proprio boom, con 26 milioni di nuovi abbonamenti che hanno portato a 193 milioni le sottoscrizioni totali. 

A luglio tuttavia la stessa Netflix ha riconosciuto che, terminata la fase emergenziale legata al Coronavirus e ripresa la vita normale, il trend di crescita degli abbonamenti potrebbe rallentare, anche se contano di arrivare a 200 milioni di abbonamento entro l’avvio del nuovo anno. 

Tuttavia eToro nota un calo di popolarità del titolo.

Spiega l’analista Adam Vettese

“I dati della nostra piattaforma, che conta di 15 milioni di utenti, mostrano che il titolo è diventato meno popolare tra gli investitori. Prima che Netflix avvertisse la crescita degli abbonati a luglio, era costantemente uno dei primi 10 titoli più popolari. Tuttavia, è scivolato fuori dalla top 10 ad agosto e da allora non è più tornato”. 

Insomma, Netflix sembra non piacere più agli investitori. 

Per questo, Adam Vettese ipotizza un aumento dei prezzi degli abbonamenti: 

“In un certo senso, la rapida crescita di Netflix nella prima metà dell’anno è un ostacolo, perché l’asticella è stata alzata e quindi sarà più facile deludere gli investitori. Al fine di mantenere i ricavi allo stesso livello, non sarebbe affatto sorprendente se vedessimo aumentare i prezzi ad un certo punto nel prossimo futuro”.

Perché Netflix dovrebbe aumentare i prezzi

In realtà nei giorni scorsi altri analisti avevano ipotizzato l’aumento dei prezzi degli abbonamenti Netflix, ma per ragioni diverse. 

Secondo indiscrezioni riportate da Yahoo Finance, la piattaforma sarebbe pronta ad un rincaro di 1 o 2 dollari negli Stati Uniti (e di riflesso, di 1 o 2 euro in Europa). Per il management, anche se perdessero qualche cliente, scoraggiato dal rincaro, la maggior parte accetterebbe di pagare un extra per non privarsi della piattaforma, dunque il guadagno sarebbe garantito. 

Giocherebbe a favore del colosso il possibile ritorno della pandemia da Coronavirus. La “seconda ondata” sta portando infatti molti paesi a decidere nuove misure restrittive, non veri e propri lockdown, ma dei coprifuoco che costringono le persone a casa. Tutto a favore della visione di film e serie tv in streaming. 

A scoraggiare questa scelta potrebbe essere invece l’aumento della concorrenza. Netflix agli inizi era praticamente la sola piattaforma sul mercato. Oggi Amazon Prime Video, Apple Tv, Disney Plus, e altre aziende offrono servizi in streaming a prezzi simili a quelli di Netflix. Insomma, nulla è ancora deciso. 

Certo è che l’aumento dei prezzi degli abbonamenti potrebbe in qualche modo compensare l’andamento incerto delle azioni.

Prendendo come riferimento il Nasdaq, sicuramente il 2020 è stato un anno positivo per Netflix, passata da 329 dollari del 2 gennaio ai 530 attuali, con un calo drastico conosciuto solo durante il crollo dei mercati finanziari di marzo. Scesa a 298 dollari, Netflix attualmente ha guadagnato quasi il 100% dai minimi annuali. 

Successivamente al crollo di marzo, le azioni di Netflix hanno preso a salire con alcuni momenti di ritracciamento, ma oggi sono vicine ai massimi annuali di 575 dollari. 

Ma l’incertezza potrebbe indurre a cercare i guadagni in altro, magari proprio nell’aumento dei prezzi a carico dei consumatori.

Sorgente articolo:
Netflix alzerà i prezzi: la previsione degli analisti

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Free Web Hosting
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Primo su google
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro

Apple Watch SE: surriscaldamenti inquietanti

Ci sono alcuni Apple Watch SE che surriscaldano talmente tanto da danneggiare in modo permanente il display e rischiare di ustionare il polso. Le immagini sono state pubblicate su Reddit.

Se Apple Watch SE surriscalda

Gli utenti hanno segnalato che, senza un apparente motivo, la temperatura del nuovo smartwatch economico della mela morsicata ha iniziato a salire. Il calore è aumentato talmente tanto da procurare danni permanenti al display e da rischiare di ustionare il polso (sebbene l’aumento graduale di temperatura abbia portato gli utenti a rimuovere l’accessorio prima di subire danni seri alla cute).

Per ora, non c’è alcuna certezza a riguardo di quello che sta accadendo ai device. Infatti, sebbene Apple abbia immediatamente sostituito le unità difettate, non ci sono state dichiarazioni ufficiali di alcun genere a proposito di cosa abbia portato i wearable a manifestare questo importante difetto.

Intanto, le testimonianze fotografiche sono decisamente chiare. Tuttavia, c’è da tenere in considerazione che tutte le lamentale degli utenti provengono solo ed esclusivamente dalla Corea del Sud. Si tratta di un dettaglio importante perché questo potrebbe significare che ad essere difettato potrebbe essere soltanto un determinato lotto di Apple Watch SE.

Notizie correlate

Fonte:Reddit

Apple Smartwatch
Sorgente articolo:
Apple Watch SE: surriscaldamenti inquietanti

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Small Business CRM
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Parole chiavi nelle ricerche
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Realtime

Hotspot Wi-Fi e 4G/LTE D-Link: offerta su Amazon

In questo periodo molto particolare per quanto riguarda il lavoro e l’istruzione, spesso capita di trovarsi in alcune zone dove manca la connessione domestica e non si ha voglia di usare la non troppo sicura connessione pubblica o la connessione del telefono che inficia molto sulla durata proprio dispositivo. Ecco allora per voi un’offerta Amazon davvero interessante riguardante un hotspot Wi-Fi di alto livello.

Hotspot D-Link DWR-933: lunga autonomia e alte velocità ad un prezzo incredibile

Stiamo parlando del D-Link DWR-933 che consente di condividere un hotspot Wi-Fi mobile ad alta velocità con qualsiasi dispositivo come laptop, tablet, telefoni e tanti altri. Grazie alla batteria affidabile e a lunga durata, il vostro hotspot privato 4G vanta un’autonomia di massimo 14 ore grazie alla batteria di 3.000 mAh con ricarica rapida.

Ovunque vi troviate, potete collegare fino a 10 dispositivi Wi-Fi con elevate velocità di trasmissione dei dati in 4G. È il compagno di viaggio ideale per le vacanze con la famiglia, i viaggi di lavoro e le riunioni. Potete ad esempio inviare e-mail mentre la vostra famiglia dà un’occhiata ai social media, chiamare colleghi in videoconferenza mentre aspettate un volo, oppure giocare online senza buffering mentre condividete file con i vostri amici in un bar.

D-Link DWR-933

Il D-Link DWR-933 è sbloccato, quindi è compatibile con qualsiasi scheda USIM o micro-SIM. Inoltre, la tecnologia LTE CAT6 offre elevate velocità di download, fino a 300 Mbps, per sfruttare tutti i vantaggi della banda larga 4G del vostro gestore telefonico. Potete anche condividere facilmente fino a 64 GB di file utilizzando lo slot integrato per scheda micro-SD. Le velocità ufficiali sono massimo 300 Mbps con velocità di download per i dispositivi mobili e velocità di upload fino a 50 Mbps1.200 Mbps la velocità massima combinata su Wi-Fi.

Il dispositivo è sempre protetto da una password personalizzabile, per consentirvi di condividere il vostro hotspot privato solo con chi scegliete voi. Il firewall attivo aiuta a proteggere la rete, mentre la crittografia Wi-Fi WPA/WPA2 garantisce la protezione ininterrotta del traffico contro intercettazioni e accessi non autorizzati.

La connettività istantanea vi segue ovunque, con questo dispositivo portatile che pesa solo 120 g e che potete mettere facilmente in tasca oppure nella borsa del laptop. Il design dai bordi arrotondati si adatta perfettamente a vari ambienti e lo schermo OLED consente di visualizzare a colpo d’occhio fattori quali la potenza del segnale, lo stato del roaming, il gestore telefonico, il numero di dispositivi connessi e lo stato della batteria. Non fatevi scappare questa interessante offerta Amazon per portarvi a casa questo dispositivo al costo di soli 82,99 euro con uno sconto del 36% rispetto al prezzo di listino.

Notizie correlate

Smartphone
Sorgente articolo:
Hotspot Wi-Fi e 4G/LTE D-Link: offerta su Amazon

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Parole chiavi nelle ricerche
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Conferenze per B2B
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro

SONOFF: cinque switch smart in sconto del 17%

Grazie alla modalità DIY (pensata per gli sviluppatori), si può integrare SONOFF Mini in qualsiasi sistema di controllo domestico intelligente, ottenendo in più, il controllo LAN senza servizi cloud, come Home Assistant, openHAB, ioBroker e via dicendo.

Ma cosa si può fare con i SONOFF? Si può chiedere di accedere e spegnere con il solo comando vocale, qualsiasi cosa. In più, si può impostare un orario in cui i dispositivi si devono avviare o fermare in automatico. Un esempio? La vostra televisione, così non correrete più il rischio di addormentarvi con la tv accesa; o la macchina del caffè, così da averla già calda per quando vi svegliate: inserite la capsula e… et voilà, pronti a bere il vostro “caffè miscela nera” in un battibaleno.

Sorgente articolo:
SONOFF: cinque switch smart in sconto del 17%

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Free Web Hosting
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Consulenza realizzazione Applicazioni Web
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Ugo Fiasconaro

Saldi di metà stagione Geox: 30% di sconto su tantissime calzature

In occasione dell’arrivo dell’autunno, e in vista del freddo dei prossimi mesi, vi segnaliamo che sullo store di Geox sono partite le offerte del Mid Season Sale, con sconti tutti dedicati alle calzature autunnali e impermeabili, pertanto ottime per affrontare queste nuove giornate fredde dell’anno, nonché l’incombere dei periodi di poggia.

Le offerte per rinnovare il guardarobe non sono poche, e sono tutte contraddistinte da uno sconto applicato del 30% che vi permetterà di portarvi a casa tanti ottimi paia di scarpe a prezzi che, sovente, non superano i 40 euro! Stiamo quindi parlando di un’offerta imperdibile per gli amanti delle calzature, specie considerando che se si parla di Geox si parla di scarpe tanto belle quanto comode, caratterizzate dall’ormai ben noto sistema traspirante della suola che, pur essendo bucherellata, impedisce all’acqua di entrare all’interno, mantenendo però alta la traspirazione. 

Diversi i modelli in sconto, con proposte che spaziano tra scarpe per adulti e per bambini, tutte realizzate con pelle di ottima qualità, e suole in gomma resistente e antiscivolo, così da garantire un ottimo grip durante la camminata anche nelle più difficoltose giornate di pioggia. Il merito è della tecnologia Geox denominata mesh 3D: che permette all’azienda di confezionare le proprie calzature in una gomma ammortizzata che incentiva la traspirabilità, rendendo la suola comoda ma impermeabile. Dunque, senza indugiare oltre, vi proponiamo quella che è la nostra selezione di calzature Geox in sconto, pur vero che l’invito resta comunque quello di dare un’occhiata all’intera proposta di scarpe Geox in promozione, così che possiate scegliere quella che meglio si addice ai vostri gusti ed al vostro stile.

Banner Geox

Inoltre, come ormai saprete, abbiamo inaugurato diversi canali Telegram dedicati alle offerte, dove potrete monitorare in tempo reale tutte le migliori promozioni del giorno, tenendo così a portata di notifica tutte le offerte e le promozioni di questo mese. I canali Telegram sono quattro, ed il nostro consiglio è quello di iscrivervi subito, così da poter monitorare le migliori offerte dedicate alla tecnologia, all’hardware, agli smartphone ed ai prodotti cinesi, come ad esempio quelli dei brand Xiaomi, Redmi e Huawei. Buono shopping!

La nostra selezione di prodotti

  • Scarpa da donna Myria – varie taglie e colori | 69,93€ (99,90€)
  • Scarpa da donna Backsie –  varie taglie e colori | 83,93€ (119,90€)
  • Scarpe da donna Alhour –  varie taglie e colori | 87,50€ (125,00€)
  • Scarpa da uomo Nebula – varie taglie e colori | 90,93€ (129,90€)
  • Scarpa da uomo Aerantis – varie taglie e colori | 94,50€ (135,00€)
  • Scarpa da uomo Nebula – varie taglie e colori | 90,93€ (129,90€)
  • Scarpa da bambina Sinead – varie taglie e colori | a partire da 34,43€
  • Scarpa da bambina Rebecca – varie taglie e colori | a partire da 45,43€
  • Scarpa da bambino Android – varie taglie e colori | a partire da 41,93€
  • Scarpa da bambino Inek – varie taglie e colori | a partire da 38,43€

Seguici e rimani sempre informato sulle migliori offerte!

Sorgente articolo:
Saldi di metà stagione Geox: 30% di sconto su tantissime calzature

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Free Web Hosting
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Parola chiave nella ricerca
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Gestione Lead
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro

Panini DC Italia – guida agli acquisti di novembre 2020

In concomitanza con l’ufficializzazione delle uscite che saranno disponibili a partire da novembre 2020, torniamo puntuali con la nostra guida agli acquisti targata Panini DC Italia.

Novembre era tradizionalmente il mese delle uscite portate dagli editori in anteprima a Lucca Comics and Games mentre quest’anno si contrassegnerà “solo” come un mese decisamente ricco in cui si scaldano i motori per un Natale che si prospetta ricco. Come sempre vi forniremo qualche dettaglio sulle proposte che troverete in fumetteria, libreria o edicola di modo da poter indirizzare consapevolmente i vostri acquisti.

Foto generiche

Panini DC Italia – guida agli acquisti di novembre 2020

Panini DC Italia – l’universo regolare

Panini DC Italia: gli spillati

BATMAN 11 (17×26, S., 48 pp., col. • € 5, contiene: Batman (2016) #85). Con un episodio doppio si conclude La Città di Bane e la gestione di Tom King su Batman. È il momento di trarre le conclusioni: vi è piaciuta la sua gestione? cosa vi aspettate dal futuro del Cavaliere Oscuro e dal futuro scrittore James Tynion IV?

BATMAN 12 (17×26, S., 48 pp., col. • € 5, contiene: Detective Comics (1937) #1018/1019). Avvicinandosi al Natale, Peter J. Tomasi decide di imbastire una storia a tema sullo sfondo di alcuni efferati delitti con un tocco di elementi soprannaturali. Le matite sono del solidissimo Scott Godlewski.

SUPERMAN 12 (17×26, S., 48 pp., col. • € 5, contiene: Superman – Man of Tomorrow #3/4). Prosegue Superman – Man of Tomorrow, la testata slegata dalla attuale continuity firmata da Robert Venditti (Hawkman) e Paul Pelletier (Aquaman). Superman affronta il Giocattolaio che ha preso di mira Lex Luthor. Pur essendo storie autoconclusive, leggibili a sé stanti si inizia ad intravedere il filo rosso che le lega. Consigliatissimo! 

SUPERMAN 13 (17×26, s., 48 pp., col. • € 6, contiene: Superman – Man of Tomorrow #5/6). Si conclude il primo ciclo di storie di Superman – Man of Tomorrow. Robert Venditti e Paul Pellittier non posso congedarsi se non con lo scontro fra Superman e Lex Luthor! Consigliatissimo! 

BATMAN/SUPERMAN 7 (17×26, S., 48 pp., col. • € 5, contiene: Batman/Superman (2019) #7, The Infected: Deathbringer (2020) #1). Ormai proiettati verso Dark Nights: Death Metal, per Batman/Superman inizia un nuovo arco narrativo che vede il ritorno del Generale Zod. Da segnalare alle matite la presenza di Nick Derington.

WONDER WOMAN 6 (17×26, S., 48 pp., col. • € 5, contiene: Wonder Woman Annual (2017) #3).
Il team creativo composto da Steve Orlando e Ken V. Marion ci mostra le conseguenze di Evento Leviathan su Wonder Woman.

JUSTICE LEAGUE 6 (17×26, S., 48 pp., col. • € 5, contiene: Justice League (2018) #40/41). Terminata la gestione firmata da Scott Snyder che ci proietta verso Dark Nights: Death Metal, la Justice Legue passa nelle sapienti mani di Robert Venditti che ripesca subito un nemico classico dell’Uomo d’Acciaio, l’Eradicator che guida un assalto alla Terra!

FLASH 7 (17×26, S., 48 pp., col. • € 5, contiene: Flash (2016) #750).
Con il celebrativo The Flash #750 inizia il nuovo arco narrativo: L’era dei Flash. Scendono in campo Paradox e Godspeed!

LANTERNA VERDE 7 (17×26, S., 32 pp., col. • € 3, contiene: The Green Lantern: Season Two (2020) #4).
Hal Jordan viene attaccato da creature tecno-primitive e antichi esseri giganti su un mondo sconosciuto e mutato oltre ogni umana comprensione! Guest star: The Flash!

AQUAMAN 6 (17×26, S., 48 pp., col. • € 5, contiene: Aquaman (2016) #56/57).
Aquaman e Mera sono davvero pronti alla nascita di un bambino? In più il ritorno della Fossa!

HARLEY QUINN 5 (17×26, S., 48 pp., col. • € 5, contiene: Harley Quinn (2016) #63/64)
Anche per Harley Quinn è il momento di far i conti con L’anno del Criminale e con la proposta di Apex Lex!

HELL ARISEN: INFERNO SULLA TERRA 2 (17×26, S., 48 pp., col. • € 5, Contiene: Year of the Villain: Hell Arisen #3/4).
Si conclude la miniserie che fa da raccordo fra la fine della Justice League di Scott Snyder e l’ascesa di Perpetua, L’anno del Criminale e Dark Nights: Death Metal. Lo scontro fra le forze di Lex Luthor e quelle del Batman che Ride raggiunge il suo climax. Se state seguendo pedissequamente gli eventi che coinvolgono la Justice League l’acquisto è obbligato.

Panini DC Italia: i volumi

JUSTICE LEAGUE VOL. 1: LA TOTALITÀ (17×26, C., 176 pp., col. • € 21, Contiene: Justice League (2018) #1/7)
Come facilmente intuibile, Panini DC Italia decide di continuare a riproporre in volume la Justice League di Scott Snyder. Se non l’avete letta negli albi spillati, il recupero è assolutamente consigliato!

SUICIDE SQUAD VOL. 1: CATTIVO SANGUE (17×26, C., 136 pp., col. • € 17, Contiene: Suicide Squad #1/5)
Tom Taylor (Injustice, DCeased) prende le redini di Suicide Squad con risultati divertenti e sorprendenti. La serie durerà solo due volumi, se cercate una lettura abrasiva e senza peli sulla lunga questo volume fa al caso vostro. Consigliato!

SUPERGIRL VOL. 2: LA CASATA DI EL UNITA (17×26, B., 168 pp., col. • € 16, Contiene: Supergirl (2016) #27/33) 
Secondo volume della Supergirl legata alla gestione di Brian M. Bendis su Superman. Kara si spinge fino ai limiti della galassia per conoscere la verità sulla distruzione di Krypton finendo nel bel mezzo di un conflitto con la Cittadella.

Panini DC Italia – Sandman Universe, Young Animal, Black Label, Wonder Comics e Hill House

DOOMSDAY CLOCK (17×26, C., 456 pp., col. • € 40, Contiene: Doomsday Clock (2018) #1/12).
A solo un mese di distanza dalla fine della pubblicazione in spillato, arriva il volume che raccoglie tutto Doomsday Clock la maxi-serie di Geoff Johns e Gary Frank che, mettendo in correlazione New 52 e Rebirth, ha scavato a fondo nel significato di eroismo e nel fondamentale ruolo che all’interno dell’Universo DC ha Superman. Consigliato!

HEROES IN CRISIS (17×26, C., 240 pp., col. • € 27, Contiene: Heroes in Crisis (2018) #1/9).
Ancora una riproposta in volume, questa volta tocca alla maxi-serie Heroes in Crisi di Tom King e Clay Mann. King voleva scavare a fondo nella psicologia dei (super)eroi e nei loro traumi purtroppo il risultato è tutt’altro che memorabile. Fra l’altro proseguendo la lettura delle varie serie nei prossimi mesi, The Flash e Dark Nights: Death Metal due su tutte, vi accorgerete come gli avvenimenti accaduti qui verranno pian piano riassorbiti.

HARLEEN (21,6×27,7, C., 200 pp., col., con sovraccoperta, € 26, Contiene: Harleen #1/3).
Se cercate un volume ottimamente disegnato e con una storia matura su Harley Quinn, Harleen di Stjepan Šejic fa decisamente al caso vostro. Torneremo alle origini del personaggio, al suo primo incontro con Joker e al loro morboso rapporto che passa anche da una inspiegabile attrazione fisica. Una delle migliori proposte della Black Label. Consigliato.

SHADE, LA RAGAZZA CANGIANTE (17×26, C., 336 pp., col. • € 32, Contiene: Shade, the Changing Girl (2016) #1/12)
Cecil Castellucci e Marley Zarcone rileggo il personaggio di Shade in versione femminile e adolescente. Le atmosfere lisergiche della serie originale vengono così sfumate in un racconto sci-fi che parla di bullismo e adolescenza in maniera intelligente e mai banale. Una delle migliori proposte dell’etichetta Young Animal. Consigliato.

THE DOLLHOUSE FAMILY – LA CASA DELLE BAMBOLE (17×26, C., 160 pp., col. • € 19 Contiene: The Dollhouse Family (2019) #1/6).
Il veterano Mike Carey e il disegnatore Peter Gross imbastiscono una storia dal retrogusto vertighiano che paga dazio ad una certa letteratura lovercraftiana ma anche ad una certa fantascienza stile Ai Confini della Realtà. Alice ha ricevuto un incredibile regalo di compleanno: una bellissima casa delle bambole. Mentre la situazione familiare precipita, la casa parla alla ragazzina e le promette che metterà le cose a posto… ma a che prezzo? Consigliato solo agli amanti delle atmosfere horror della Vertigo anni ’90.

JOHN CONSTANTINE, HELLBLAZER VOL. 1: I SEGNI DEL DOLORE (17×26, B., 216 pp., col. • € 19, Contiene: Sandman Universe Presents: John Constantine, Hellblazer (2019) #1, Books of Magic (2018) #14, John Constantine, Hellblazer (2019) #1/6).
Ci ha messo decisamente un po’ ma John Constantine è davvero tornato! Merito di un Simon Spurrier in grande spolvero che confeziona questa nuova serie che riporta il mago tabagista nella sua Londra quella in cui magia e crimini camminano pericolosamente fianco a fianco. Se eravate lettori di Hellblazer questo volume è un acquisto obbligato, se non avete mai letto nulla sul personaggio questo è un ottimo punto di partenza. Caldamente consigliato!

Panini DC Italia – le proposte in volume

BATMAN: ANNO UNO (17×26, C., 144 pp., col. • € 17, Contiene: Batman (1940) #404/407)
Le origini definitive nonché quelle più influenti di Batman così come sono state raccontate da Frank Miller e David Mazzucchelli. Una storia che ha influenzato il modo di raccontare Batman e Bruce Wayne ma anche il Commissario Gordon e Catwoman per i decenni successivi. Imprescindibile, acquisto obbligato!

Y, L’ULTIMO UOMO VOL. 2: CICLI (17×26, B., 136 pp., col. • € 14, Contiene: Y: The Last Man (2002) #6/10)
Yorick e Ampersand, gli unici rappresentati del sesso maschile rimasti vivi sulla Terra, iniziano il loro viaggio coast to coast negli USA. Prima tappa Marrisville, una cittadina in Ohio con pericoloso segreto. Consigliato!

SANDMAN LIBRARY VOL. 5: IL GIOCO DELLA VITA (17×26, B., 192 pp., col., € 18, Contiene: Sandman (1988) #32/37)
Il gioco della vita è forse il volume più famoso del Sandman di Neil Gaiman. Imprescindibile qualora non lo possediate già!

SANDMAN LIBRARY VOL. 6: FAVOLE E RIFLESSI (17×26, B., 264 pp., col., € 21, Contiene: Sandman (1988) #29/31, Sandman (1988) #38/40, Sandman (1988) #50, Sandman Special #1, Vertigo Preview #1)
Un ciclo di storie incentrate sul cambiamento! Imprescindibile qualora non lo possediate già!

Panini DC Italia – Omnibus & Absolute

DC OMNIBUS: BATMAN E ROBIN DI TOMASI E GLEASON (18,3×27,7, C., 1248 pp., col., con sovraccoperta € 95, Contiene: Batman and Robin (2009) #20/22, Batman and Robin (2011) #0/40, Batman and Robin (2011) #23.1, Batman and Robin Annual #1/3, Robin Rises: Omega #1, Robin Rises: Alpha #1, Secret Origins (2014) #4, Detective Comics (2011) #27)
In un unico mastondontico volume arriva una delle serie di Batman migliori di tutti i tempi. Il Batman and Robin di Peter J. Tomasi e Patrick Gleason rilegge in chiave moderna il Dinamico Duo con una serie di archi narrativi mai banali e sempre coinvolgenti. È qui che Tomasi dà sostanza a Damian Wayne che da macchietta diventa un personaggio a tutto tondo. Consigliatissimo!

Panini DC Italia – la collana DC Best Seller

BATMAN DI SCOTT SNYDER & GREG CAPULLO 6 (16×21, B., 96 pp., col. • € 4.90, contiene: Batman (2011) #19/22).
Su questo numero inizia Anno Zero, l’arco narrativo con cui Scott Snyder e Greg Capullo rivisitano le origini di Batman aggiungendo nuovi elementi alla mitologia del Cavaliere Oscuro. Noi continuiamo a consigliarvelo caldamente

Panini DC Italia – i classici

DC CLASSIC: ADAM STRANGE VOL. 1 (17×26, C., 352 pp., col., con sovraccoperta, € 28, Contiene: Showcase (1956) #17/19, Mystery in Space (1960) #53/79)
Con un occhio già proiettato alla prossima fatica di Tom King, la maxi serie Strange Adventures, l’editore modenese ripropone le prime mitiche avventure di Adam Strange. Solo per gli amanti della fantascienza vintage.

Acquista Odissea Cosmica di Jim Starlin e Mike Mignola.

Sorgente articolo:
Panini DC Italia – guida agli acquisti di novembre 2020

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Il tuo sito web Personalizzato
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Parola chiave nella ricerca
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloudrealtime

Shazam per Android si aggiorna: arriva la notifica persistente per l’attivazione immediata (foto)

Vincenzo Ronca

Shazam ha ricevuto un nuovo aggiornamento rivolto alla sua app per dispositivi Android, introducendo un’interessante novità che riguarda la possibilità di attivazione tramite la notifica persistente.

La versione che include la novità appena citata è la 11.00, la più recente ad essere rilasciata. La nuova funzionalità prevede la possibilità di avere in modo persistente la notifica di Shazam tra la sezione notifiche, nella tendina per capirci, per poi attivare Shazam in modo più immediato all’occorrenza.

LEGGI ANCHE: Fitbit Sense, la recensione

Come vedete dalle immagini presenti in galleria infatti, la notifica prevede un collegamento rapido per attivare Shazam, e una volta trovata la corrispondenza musicale mostrerà il risultato sempre nelle stessa sezione. La novità è attivata di default e può essere gestita tramite le impostazioni dell’app, come vedete nell’ultimo esempio presente in galleria.

La novità è in fase di distribuzione tramite l’ultimo aggiornamento per l’app Android di Shazam, trovate il badge di download dal Play Store qui in basso.

Via: 9to5Google
Sorgente articolo:
Shazam per Android si aggiorna: arriva la notifica persistente per l’attivazione immediata (foto)

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Videochiamate per le Aziende
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Ugo Fiasconaro