Atterrata la capsula di Hayabusa2 con i campioni dell’asteroide Ryugu [AGGIORNATO]

[AGGIORNAMENTO]

Attraverso un breve messaggio su Twitter, nell’account ufficiale, la JAXA ha dichiarato che il team di ricerca ha ritrovato la capsula di Hayabusa2. Domani mattina, ora italiana, ci sarà una conferenza stampa su questa parte della missione mentre nei prossimi minuti/ore potrebbero essere mostrate le prime immagini.

Un viaggio durato anni si è concluso (almeno questa parte) con l’arrivo a terra della capsula dei campioni raccolti da Hayabusa2 sull’asteroide Ryugu! La sonda da 490 kg della JAXA ora si sta dirigendo lontano dalla Terra per la missione secondaria che la porterà in direzione di 1998 KY26, un asteroide dal diametro di 30 metri per nuove ricerche.

jaxa hayabusa2

Hayabusa2 e la capsula con i campioni di Ryugu arrivano in Australia

Nel momento in cui scriviamo, il team di ricerca, grazie all’uso di elicotteri, sta cercando la capsula nel territorio australiano nella zona del Woomera. All’interno di questa ci sono i frammenti dell’asteroide Ryugu che Hayabusa2 ha raccolto nel corso della sua missione principale iniziata col lancio nel Dicembre 2014.

hayabusa2

Nel Giugno del 2018 la sonda spaziale giapponese ha raggiunto l’asteroide permettendo l’inizio delle analisi prima della pianificazione della raccolta dei campioni e del ritorno verso la Terra. In generale, sono stati raccolti sia campioni superficiali che campioni in una zona leggermente più profonda dell’asteroide. Questo permetterà di conoscere nuove informazioni sugli asteroidi e sul Sistema Solare primordiale.

asteroide

Il processo di atterraggio della capsula ha visto la separazione da Hayabusa2. Successivamente c’è stato il rientro nell’atmosfera terrestre visibile dalla Terra ma anche dalla ISS, come testimoniato dall’astronauta Noguchi Soichi. Purtroppo quest’ultimo non è riuscito a scattare fotografie dell’evento.

La capsula era protetta da uno scudo termico per evitare che campioni e sistemi di bordo si danneggiassero per il calore sprigionato durante il rientro (circa 3000°C). Smaltita la velocità di rientro si sono aperti i paracadute che hanno quindi fatto atterrare la capsula in sicurezza. Come scritto sopra, ora tocca al team di recupero cercare la zona d’atterraggio che è comunque stata circoscritta grazie all’aiuto di alcune postazioni radio a terra che hanno ricevuto il segnale dalla capsula.

Sorgente articolo:
Atterrata la capsula di Hayabusa2 con i campioni dell’asteroide Ryugu [AGGIORNATO]

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Il tuo Sito Web Personalizzato
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Real Time
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Conferenze per B2B
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro