AMD Ryzen 4000, i primi benchmark sono molto positivi – Tom’s Hardware Italia

I processori AMD Ryzen serie 4000 (nome in codice Renoir) purtroppo non sono attualmente disponibili per il mercato consumer, ma i rivenditori asiatici stanno già vendendo le nuove APU basate su Zen 2 come caramelle. I colleghi di CoolPC ha avuto modo di mettere le mani sulle tre APU Renoir ed hanno pubblicato i risultati dei loro test.

Così come le altre attuali offerte di AMD, Renoir è basato sulla microarchitettura Zen 2 e sul nodo di produzione FinFET a 7nm di TSMC. Cosa ancora più importante, Renoir porta il numero di core per APU dai precedenti quattro core fino a otto core con il multithreading simultaneo (SMT) abilitato. A differenza di altri chip Zen 2, Renoir è ancora realizzato su un die monolitico, il che può essere un vantaggio in determinati scenari. Dal punto di vista grafico, le APU presentano unità di elaborazione Vega rinnovate (CU) con una frequenza di clock che supera i 2.100 MHz.

Renoir continua ad utilizzare il socket AM4, introdotto da AMD ormai diversi anni fa. I fornitori di schede madri hanno distribuito nuovi firmware per le loro motherboard serie 500 per adattarsi alle nuove APU, ma i chip sono ancora limitati all’interfaccia PCIe 3.0 ad otto linee, quindi Renoir non permetterà di sfruttare PCIe 4.0 sulle schede madri B550 e X570.

Entrando nei dettagli, il redattore ha confrontato le tre APU della serie Ryzen Pro serie 4000, che consistono nel Ryzen 7 Pro 4750G, Ryzen 5 Pro 4650G e Ryzen 3 Pro 4350G. Il sistema di test impiegava una scheda madre da gaming Asus ROG Strix B550-I e 16 GB (2×8 GB) di memoria Adata Spectrix D50 DDR4-3600. L’autore ha osservato che le componenti sono arrivate sprovviste di un dissipatore. CompSource, un negozio con sede in Ohio, ha confermato infatti che Renoir è disponibile con e senza il dissipatore Wraith Stealth di AMD.

Processore CPUMark 99 Cinebench R15 Cinebench R20 7-Zip Compression 7-Zip Decompression HWBOT x265 Benchmark
Ryzen 7 3800XT 829 2,209 5,062 61,909 94,076 66.23
Ryzen 7 Pro 4750G 788 2,086 4,896 50,648 93,424 61.83
Ryzen 7 3700X 780 2,114 4,718 59,608 91,749 64.4
Ryzen 5 3600X 767 1,608 3,649 51,176 68,815 49.1
Ryzen 5 Pro 4650G 761 1,567 3,695 43,104 70,532 49.85
Ryzen 3 Pro 4350G 725 1,001 2,356 28,277 44,711 33.85

I risultati ottenuti permettono di affermare che le prestazioni di Ryzen 7 Pro 4750G sono simili a Ryzen 7 3700X. Come previsto, anche Ryzen 5 Pro 4650G si è comportata in maniera del tutto simile a Ryzen 5 3600X e la differenza di prestazioni è trascurabile, a seconda del tipo di carico di lavoro. Grazie a SMT, anche il Ryzen 3 Pro 4350G, entry-level della famiglia, riesce a superare la precedente APU ammiraglia Ryzen 5 3400G.

Processore 3DMark Fire Strike 3DMark Time Spy
Ryzen 7 Pro 4750G 4,152 1,582
Radeon RX 550 2GB 3,994 1,349
Ryzen 5 Pro 4650G 3,790 1,418
Ryzen 5 3400G 3,652 1,370
Ryzen 3 Pro 4350G 3,365 1,223
GeForce GT1030 2GB 3,287 1,243

Le otto unità di elaborazione Vega (CU) di Ryzen 7 Pro 4750G a 2.100MHz hanno spinto l’APU in cima alle classifiche sia sui benchmark Fire Strike che Time Spy. L’APU Zen 2 era più veloce della scheda grafica Radeon RX 550, il che è piuttosto impressionante. Anche Ryzen 5 Pro 4650G e Ryzen 3 Pro 4350G non se la sono cavata affatto male, superando le prestazioni della scheda grafica dedicata GeForce GT1030 di Nvidia.

Ryzen 7 Pro 4750G, Ryzen 5 Pro 4650G e Ryzen 3 Pro 4350G offrivano frame rate medi di 29fps, 32fps e 35fps su un titolo impegnativo come Assassin’s Creed Odyssey a risoluzione 1080p e con impostazioni basse. Ancora una volta a 1080p, le tre APU hanno aumentato i frame rate medi al di sopra dei fatidici 60fps con le impostazioni più basse in Tom Clancy’s Rainbow Six: Siege, mentre applicando le impostazioni più alte, le APU non sono state in grado di garantire 60fps ma sono riuscite comunque a raggiungere frame rate superiori a 45fps. Renoir è in grado di far girare incredibilmente bene League of Legends anche con le impostazioni più alte. Le tre APU hanno fornito frame rate medi superiori a 130fps a 1080p, 100fps a 1440p e 85fps in 4K.

La nuova serie di APU AMD Ryzen 4000 sembra davvero una bomba a giudicare da questi risultati, distanziando in modo evidente le proposte della passata generazione.

Cercate un processore adatto anche a carichi di lavoro impegnativi? Su Amazon trovate il Ryzen 7 3800X ad un prezzo davvero interessante.

Sorgente articolo:
AMD Ryzen 4000, i primi benchmark sono molto positivi – Tom’s Hardware Italia

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Realtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Pubblicizza sito
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Il tuo Sito Web Personalizzato
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro