Moddddd

WhatsApp ed i messaggi che si autoeliminano: ecco co me cambia la chat – Tecnoandroid

WhatsApp: recuperare i messaggi gratis è possibile, ecco come

Nel corso delle prossime settimane su WhatsApp ci sarà una piccola ma attesa rivoluzione. Proprio in questo inizio primavera, infatti, gli sviluppatori della piattaforma di messaggistica daranno il via al lancio della cosiddetta modalità notturna.

WhatsApp, i messaggi con il prossimo upgrade si autodistruggeranno

Con la Dark Mode, il team di supporto di WhatsApp vuol dare una spinta verso l'innovazione ad un servizio che, negli ultimi anni, si è trovato pieno di rivali: da Telegram sino ad arrivare anche ad Instagram. L'unico modo per rivaleggiare al meglio con quelli che sono avversari storici e nuovi è proporre al pubblico alcune novità, talvolta anche ambiziose.

Le ultime indiscrezioni degli addetti ai lavori parlano di un possibile arrivo di una funzione molto suggestiva per WhatsApp: i messaggi in grado di autoeliminarsi.

La piattaforma sta seriamente pensando di introdurre questa tipologia di messaggi basata su un tempo limite per la visione del contenuto. Al momento della scrittura, il mittente può impostare una sorta di timeline per il suo contenuto: la scelta è tra 5 secondi o su un'ora. Superato questo intervallo, il messaggio non sarà più disponibile né per chi lo invia né per chi lo riceve.

I messaggi in grado di autodistruggersi per ora saranno sperimentanti con le chat di gruppo, tuttavia è presumibile anche pensare ad un loro arrivo per le chat singole. 

Ovviamente i dubbi sono ancora sui tempi certi di questo aggiornamento e se si può parlare già di un suo suo lancio per la versione stabile della chat. La sperimentazione potrebbe già partire in primavera, pertanto nei prossimi mesi se ne saprà di più.


Sorgente articolo:
WhatsApp ed i messaggi che si autoeliminano: ecco come cambia la chat - Tecnoandroid
User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499l-99999990Prodotti Tecnologici
d9a95efa0a2845057476957a427b0499l-99999998Hosting in Cloud
d9a95efa0a2845057476957a427b0499l-99999988Parola chiave nella ricerca
d9a95efa0a2845057476957a427b0499l-99999997Webinar Software
Precedente
Prossimo Post »

ATTENZIONE Puoi lasciare un commento che dovrà essere approvato prima della pubblicazione. Ricorda che se hai una segnalazione da farmi, o vuoi rivendicare un tuo diritto di modifica del contenuto di un articolo o relativo diritto all'oblio dovrai scrivermi utilizzando il form contatti della pagina iniziale del sito principale che puoi raggiungere cliccando FIASCONARO