Tag Archives: televisione

Fabrizio Failla e la pagina Wikipedia

Fabrizio Failla, telecronista della Rai, è stato il protagonista assoluto negli ultimi minuti di Fiorentina-Roma, partita valida per i quarti di finale di Coppa Italia. Il giornalista Rai ha avuto un’uscita decisamente inopportuna ed esagerata. Parole allarmanti che hanno letteralmente lasciato a bocca aperta chi seguiva la partita di Coppa Italia davanti alla televisione. Semplici […]

Continue Reading →

MANUALE DI DEBERLUSCONIZZAZIONE

Grazie alle innumerevoli comparsate televisive, Berlusconi è tornato a guadagnare consensi e sembra, secondo i sondaggi, aver ottenuto un significativo balzo in avanti nelle intenzioni di voto degli Italiani. Ma com’è possibile Un uomo, un politico, che ha segnato per 20 anni la storia e la società italiane, la cui impresa personale sembrava inesorabilente avviata […]

Continue Reading →

I cambiamenti sulla timeline di Facebook

In gran silenzio Mark Zuckerberg prepara un regalino agli utenti, entusiasti e non, della Timeline. L’emittente americana Abc, infatti, ha scoperto che sono in arrivo alcune modifiche di grafica abbastanza sostanziali. Per iniziare, la navigazione a schede: Sembrano così destinate a sostituire il blocco «amici-attività-foto-eccetera’ che ora compare sulla destra dei nostri profili. Il nome, […]

Continue Reading →

Trattamento economico parlamentari M5S

Chiunque sia eletto a una carica pubblica la deve onorare fino in fondo. Non può usarla come trampolino di lancio per una posizione più importante e poi un’altra ancora, come in un domino del perfetto carrierista politico. Questo va vietato per legge. Ti fai eleggere sindaco? Fai il sindaco! Ti fai eleggere europarlamentare? Fai l’europarlamentare! […]

Continue Reading →

Il trampolino di Renzi

Chiunque sia eletto a una carica pubblica la deve onorare fino in fondo. Non può usarla come trampolino di lancio per una posizione più importante e poi un’altra ancora, come in un domino del perfetto carrierista politico. Questo va vietato per legge. Ti fai eleggere sindaco? Fai il sindaco! Ti fai eleggere europarlamentare? Fai l’europarlamentare! […]

Continue Reading →

Al Festival del Cinema, l’universo (critico) dei critici

Sono passata dal Festival del Cinema di Roma (è in corso in questi giorni, chiude il 17 novembre), e qualcosa di simpatico si trova. A parte la schiera di giornalisti che si ostinano a fare i critici cinematografici (e si presentano pure così), e che mi procurano un fastidio infinito quando li sento parlare, peggio […]

Continue Reading →

Voto elettronico nel caos: Schiacci Obama, scegli Romney – video

Il sistema elettronico ha registrato il voto di circa 35 milioni di americani in un totale di 24 stati. Il sospetto di una votazione “alterata” nasce da un video postato su YouTube da un elettore della Pennsylvania: l’uomo ha registrato con un cellulare la sua votazione nella cabina, documentando come la macchina utilizzata tentasse di […]

Continue Reading →

Il talk show ti uccide, digli di smettere

Il punto G, quello che ti dà l’orgasmo nei salotti dei talk show. L’atteso quarto d’ora di celebrità di Andy Warhol. A casa gli amici, i parenti applaudono commossi nel condividere l’emozione di un’effimera celebrità, sorridenti, beati della tua giusta e finalmente raggiunta visibilità. Seduto in poltroncine a schiera, accomunato ai falsari della verità, agli […]

Continue Reading →

Silvio toglie il disturbo per evitare di essere cancellato del tutto. La Santanchè si candida, quasi quasi la voto è l’unica che sparla chiaro alla gente.

Slasch16 per Informare per Resistere. Gli schiamazzi della destra.Fonte: Me la immagino già nei comizi o in televisione mentre da del comunista agli avversari e dello stronzo a quelli che la contestano dal fianco, al fuoco amico.Oppure mentre da del pedofilo a Maometto quando parla di politica estera, riproporrà certamente la campagna Basta botte.Questa volta […]

Continue Reading →

Veltroni e D’Alema, i due duellanti

– di Giovanni Gnazzi – Veltroni ha garantito in televisione che non si candiderà più. Nessuna pulsione africana, resterà in Italia a fare quello che ha sempre fatto e questa della sua rinuncia è dunque una buona notizia solo a metà. I maliziosi dicono che si preparerebbe a candidarsi a sindaco di Roma. A volte ritornano? […]

Continue Reading →