Cosa è
XYRM?




FiascoJob attende
Il prossimo perielio
Nel Fine Luglio 2061
Per L'osservazione della
cometa di Halley.

Il neo eletto Sindaco della Città di Marsala Giulia Adamo diffidata per comportamento antianimalista

REDAZIONE DI INFORMARE PER RESISTERE FRANCE

Ci è pervenuta la presente diffida inviata dal Partito Animalista Europeo a tutte le redazioni giornalistiche, che pubblichiamo integralmente, associandoci alle stesse associazioni animaliste italiane ed europee che hanno voluto sottolineare il comportamento antianimalista del Sindaco neo eletto.

Forse il sindaco non sà che i fucili caricati con la dose di anestetico (uguale per tutti i cani di tutte le taglie), mentre paralizzano un cane di grossa taglia, uccidono quelli di piccola taglia ed i cani sofferenti per malattia o per denitrizione.

Nella speranza che si tratti di una cattiva informativa fornita al Sindaco che ritirerà con immediatezza l’incarico che pretende affidare al Corpo Forestale Italiano,non possiamo fare a meno di allertare tutti gli amici animalisti.

www.partitoanimalistaeuropeo.com

Via Casale d’Elsa 11 – 00139 – ROMA

segreteria nazionale 06.8108383 – 393.5830879

Al Sindaco pro-tempore di Marsala

On. Giulia Adamo

sindaco@comune.marsala.tp.it

certificati@pec.comune.marsala.tp.it

e, p.c.

Al Sig. Questore di Trapani

Dott. Carmine Esposito

                                                                               gab.quest.tp@pecps.poliziadistato.it

Alla Stazione dei Carabinieri di Marsala

cptp413300cdo@carabinieri.it

 

 

ATTO DI SIGNIFICAZIONE E DIFFIDA

RICORSO AMMINISTRATIVO

Legge n° 86/90 art. 16 e succ. mod.

Il sottoscritto Enrico Rizzi, nella spiegata qualità di Coordinatore Nazionale del Partito Animalista Europeo, movimento politico impegnato nella tutela degli animali

 PREMESSO CHE

 – in data 3 giugno 2012 il quotidiano online <  marsala.it  > ha riportato un articolo dal titolo “ Allarme randagismo, arriva la Forestale a Marsala “ con il quale ha comunicato agli elettori che il neo Sindaco Giulia Adamo per mettere un freno al dilagante fenomeno del randagismo a Marsala, ha pensato di chiedere aiuto al Corpo Forestale dello Stato – vedi link http://www.marsala.it/dalle-istituzioni/dal-comune/item/59108-allarme-randagismo-arriva-la-forestale-a-marsala.html ;

 

– i tiratori scelti del Corpo Forestale, hanno il compito di girare per il comune di Marsala con dei fucili carichi di anestico che verrà sparato ai randagi presenti sul territorio. Una volta catturati, i cani verranno trasferiti al canile municipale, dove verranno sottoposti ad un controllo di “recupero” ed alla microchippatura, prima di essere dati in adozione;

 

–                    La S.V. ha chiesto l’ausilio del Corpo Forestale scrivendo una nota al comandante del nucleo operativo regionale Gioacchino Leta perchè – secondo sua dichiarazione – il suddetto nucleo abbia già operato con successo in altre città;

          CONSIDERATO CHE

 Tra il 22 marzo 2012 ed il 5 aprile 2012 il sopra citato nucleo ha effettuato tre blitz nei comuni di Trapani ed Erice. I tre blitz si sono conclusi con la morte di un randagio di quindici anni rimasto ucciso per un probabile arresto cardio-circolatorio subito dopo essere stato sparato da un tiratore scelto,  un’altro randagio si è lanciato in alto mare nella zona del porto di Trapani alla vista dei fucili ed è stato necessario l’intervento di una motovedetta della Guardia Costiera mentre un’altro ancora è finito narcotizzato in acqua, salvato grazie alla presenza in mare di un sub. Episodi immediatamente denunciati dal sottoscritto al Comando Provinciale dei Carabinieri di Trapani. Vedi link dell’Agenzia stampa GEAPRESS: http://www.geapress.org/randagismo/trapani-cani-e-fucili-gia-il-22-marzo-scorso-sfiorato-un-primo-grave-incidente/26163 ;

 

  1. La sua dichiarazione sul presunto “ successo “ del nucleo in questione risulta essere quindi assolutamente falsa e priva di fondamento;

 

3.     L’art. 544-ter c.p. punisce con la reclusione fino a diciotto mesi chiunque, senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche;

 

4.       Risulta essere assolutamente grave che la S.V. da poca eletta sindaco, anzicchè valutare azioni corrette previste dalla Legge Reg. n.15/2000 al fine di prevenire il fenomeno del randagismo, voglia dare seguito ad una serie di azioni dannose per la salute degli animali, oltrettutto altamente barbare ed incivili;

 

5.       E’ rispettabile, anzi doveroso, intervenire per garantire l’incolumità dei cittadini ma l’immagine di un fucile che va sparando sui randagi, pur se con l’anestetico e con la buona volontà dei tiratori scelti, oltre a potersi configurare come ipotesi di reato ai sensi dell’art. 544-ter c.p. Legge 189/04 è una icona che vorremmo relegare ad altri paesi dove questi interventi provocano sollevazioni di carattere internazionale;

pertanto

con riserva di azioni legali nelle più opportune sedi

DIFFIDA

il Sindaco pro-tempore di Marsala GIULIA ADAMO affinchè sospenda immediatamente l’iniziativa in oggetto per evitare lo svolgimento di azioni dai risvolti illeciti, ovvero indicare le ragioni ed i motivi per cui non può ordinare detta sospensione, il tutto nei termini indicati dalla legge.

 

 

Con osservanza,

 

 

Roma 05 giugno 2012

Enrico Rizzi

Coordinatore Nazionale

Partito Animalista Europeo

Articolo preso da Informare per Resistere

, , , , ,

No comments yet.

Lascia un commento