Archive | giugno, 2014

Ucraina. Ucciso cameraman russo in scontro a fuoco nell’est; era sprovvisto di permesso

di Giacomo Dolzani Un cameraman 68enne della Tv russa Channel One, Anatoly Klyan, è stato ucciso da un proiettile all’addome nell’Ucraina orientale, nella regione di Donetsk, dove gli scontri tra guerriglia filorussa ed esercito regolare sono più intensi. Secondo l’emittente televisiva e le agenzie di stampa russe il fatto sarebbe avvenuto nei pressi di un’unita […]

Continue Reading →

Ucraina. Separatisti uccidono soldato ucraino: vacilla il cessate il fuoco

di Giacomo Dolzani Dopo aver attaccato l’aeroporto della città di Kramatorsk, nell’oblast di Donetsk, i guerriglieri separatisti, nel corso di un combattimento, hanno ucciso un soldato ucraino nei pressi di Sloviansk, il tutto nonostante la tregua, decisa dal neoeletto presidente del paese, Petro Poroshenko, per creare un clima favorevole ai negoziati di pace; ora, dopo […]

Continue Reading →

Ucraina. Guerriglieri filorussi violano la tregua: attaccato l’aeroporto di Kramatorsk

di Giacomo Dolzani Continuano gli scontri nell’est dell’Ucraina tra forze governative e separatisti filorussi nonostante il presidente del paese, Petro Poroshenko, di sua iniziativa, abbia prolungato fino a lunedì la tregua, dichiarata unilateralmente il 23 giugno scorso e che avrebbe dovuto terminare ieri, decisa con il fine di creare un clima più favorevole ai negoziati […]

Continue Reading →

Georgia. Tra modello occidentale, aspirazioni atlantiste ed occupazione russa

di Giacomo Dolzani A vent’anni dalla caduta dell’Unione Sovietica, liberatosi dai governi autoritari, il Caucaso meridionale si presenta come un’area in pieno boom economico, i cui paesi stanno esplicando, chi più chi meno, le loro potenzialità in campo economico e di miglioramento delle condizioni di vita, un tempo non eccezionali, della loro popolazione. Ad esclusione […]

Continue Reading →

Australia. Il disimpegno di Shell da Woodside, maggiore compagnia petrolifera del paese

di Giacomo Dolzani Il colosso olandese degli idrocarburi, Royal Dutch Shell, ha annunciato oggi che entro i prossimi tre mesi venderà approssimativamente 156,5 milioni di azioni di Woodside Petroleum (che rappresentano all’incirca il 19% della società), la più grande compagnia petrolifera australiana, per un valore di circa 5 miliardi di dollari americani, riducendo significativamente la […]

Continue Reading →