Archive | giugno, 2012

Paraguay, i contadini sono con lui ma il Vaticano benedice la cacciata del presidente ex prete

CITTA’ DEL MESSICO – Lo scorso 22 giugno una decisione fast track del senato del Paraguay, adottata dopo solo 5 ore di discussione in aula con 39 voti favorevoli, 4 contrari e 2 astenuti, ha sancito la destituzione immediata del presidente Fernando Lugo, ex prete cattolico progressista in carica dal 2008. Il suo mandato sarebbe […]

Continue Reading →

“Abbiamo sbagliato”: lo scrivevano, in privato, i capi di Standard & Poor’s

Ricordate quando Standard & Poor’s ha declassato l’Italia dalla A alla tripla B+? Quella stessa sera, era il 13 gennaio, il responsabile per le banche della agenzia di rating, Renato Panichini, ha inviato una email (in inglese) agli autori del report, contestando loro di aver espresso giudizi contrari alla realtà sul sistema bancario italiano. «Non […]

Continue Reading →

Jim Rogers: “Armageddon della finanza” ci sarà lo stesso

Questo simpatico signore spiega cautamente che ulteriori debiti non solo non risolvono ma aggravano ogni situazione. (Anche ammesso che si voglia e possa pagarli). Qui su Stampalibera ci siamo dati un freno alle elucubrazioni finanziarie non possedendo il dono di conoscere la materia dal di dentro. Per noi il discorso è semplice. Debito contratto con […]

Continue Reading →

Nel paese dei lotofagi

– Roberto Duria – Nella serie televisiva di fantascienza “Visitors”, in onda il venerdì sera, la regina rettiliana Anna di tanto in tanto distribuisce il “Bliss”, un’esoterica sostanza ipnotica volta a rendere devoti i sudditi. Nel romanzo “Il mondo nuovo”, Aldous Huxley immagina che ai cittadini venga somministrato il “Soma”, sempre allo scopo di renderli […]

Continue Reading →

Crisi europea: Dopo la Spagna toccherà all’Italia

La Spagna ha conosciuto oggi una crisi bancaria senza precedenti, che è la conseguenza diretta e indiretta della sua appartenenza all’euro. L’euro ha accelerato il fenomeno della de-industrializzazione dell’economia spagnola, che si è ripiegata verso il settore dei servizi e immobiliare. Le banche hanno ampiamente finanziato il settore immobiliare, fornendo ad esso sia agenti immobiliari e […]

Continue Reading →

Come si licenzia in una multinazionale

“Sai come licenziano in una multinazionale?” La mia amica mi guarda sapendo che la domanda sarà il pezzo forte della mattina. “Dipende dalla multinazionale”, rispondo io, e mi sembra una risposta scontata, indiscutibile. “È successo ieri a mio marito”. Non conosco personalmente suo marito, lo conosco perché qualche volta me ne ha parlato, quindi ho giusto […]

Continue Reading →

Golpe in Paraguay: organizzato con cura ed assistito da cecchini non identificati

– Nil Nikandrov, Strategic Culture Foundation  . L’operazione lanciata dal Dipartimento di Stato statunitense e dalla CIA con l’obiettivo di abbattere il primo presidente di sinistra del Paraguay Fernando Lugo, è entrata nella fase finale il 16 giugno, quando le forze di polizia furono inviate per sfrattare gli occupanti della fattoria Morumbi, nel distretto di […]

Continue Reading →

OBIEZIONE ALLA SPERIMENTAZIONE ANIMALE

in Italia c’è chi risponde con il regolamento dei dati giudiziari L’inchiesta shock della Fondazione Hans Ruesch condotta in 128 Facoltà italiane. A CURA DI GEAPRESS Un’indagine che ha svelato un’inedita realtà, con risvolti anche comici, quella condotta dalla Fondazione Hans Ruesch sull’osservanza della legge 413 del 12 ottobre 1993, relativa alle norme sull’obiezione di […]

Continue Reading →

Guerra asimmetrica per il dominio globale

“Il precipizio di un nuovo conflitto internazionale è di fatto aperto, in Siria. Sull’orlo del baratro, mentre il sangue viene tragicamente versato, è scontato il retrogusto amaro del “già visto”. I recenti avvenimenti in Libia e, più in generale, l’applicazione del “protocollo” occidentale nei conflitti internazionali degli ultimi due decenni (le guerre di aggressione anglo-statunitensi […]

Continue Reading →

Con la TAV in Val Susa ci si gioca la democrazia

Un magistrato, Livio Pepino ed un sociologo, Marco Revelli, scrivono un libro sul treno ad Alta Velocità ponendo al lettore dei reali dubbi: c’è un pericolo democratico su questa decisione calata dall’alto? Che senso hanno frasi come “l’Europa ce lo chiede”? Su quali presupposti seri e documentati?– Davide Pelanda – 29 giugno 2012 – Verrà […]

Continue Reading →